Questo sito contribuisce all'audience di

A Instanbul, gli abitanti imparano la lingua dei segni per fare una sorpresa a un non udente

Una bella iniziativa che ha permesso di accorciare le distanze tra Muharrem e le persone che lo circondano e che incontra quotidianamente. Perché un mondo senza ostacoli è anche il nostro sogno.

di Posted on
Condivisioni

COMUNICARE CON NON UDENTI –

Sono circa 70 milioni, in tutto il mondo, le persone che comunicano attraverso la lingua dei segni, un modo di esprimersi che purtroppo non tutti conosciamo, motivo per cui i non udenti a volte possono incontrare difficoltà durante le attività quotidiane.

LEGGI ANCHE: Il vademecum dell’amicizia, consigli di comunicazione per i compagni dei bimbi autistici

LA STORIA DI MUHARREM, RAGAZZO NON UDENTE DI INSTANBUL –

Eppure, c’è un quartiere di Instanbul in cui tutti gli abitanti, per fare una sorpresa a un ragazzo non udente, hanno imparato la lingua dei segni.

Grande la sorpresa di Muharrem quando, una mattina, passeggiando per il quartiere con la sorella, si è reso conto che tutti coloro che incontrava conoscevano la lingua dei segni e riuscivano a comunicare con lui.

Anche se alla base di tutto vi è una pubblicità, come viene rivelato alla fine del video, si tratta comunque di una bella iniziativa che ha permesso di accorciare le distanze tra Muharrem e le persone che lo circondano e che incontra quotidianamente.

LINGUAGGIO DEI SEGNI –

Per tutta la sua vita, Muharrem ha percorso le strade del suo quartiere senza sentire rumori e senza poter interagire con le persone. Ora, grazie al contributo degli altri abitanti che per circa un mese hanno studiato segretamente la lingua dei segni, fare la spesa al supermercato, comprare il giornale o semplicemente prendere un taxi non sarà più un’esperienza complicata.

“Perché un mondo senza ostacoli è anche il nostro sogno” come recita lo slogan del video.

PER APPROFONDIRE: Villaggio Godega 4autism, inclusione e sicurezza sociale per i ragazzi con autismo