Come vedere le stelle cadenti | Non sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Come vedere le stelle cadenti: cinque consigli e niente fretta (foto)

L'ora migliore? Verso l'alba. Il tempo necessario per abituare l'occhio a questo tipo di immagini? Almeno mezz'ora. Dove nasce la leggenda del desiderio da esprimere quando si vede una stella cadente.

di Posted on
Condivisioni

COME VEDERE LE STELLE CADENTI –

Le stelle cadenti non si vedono soltanto nella notte di San Lorenzo, quando se ne possono vedere anche 200 in un’ora. I passaggi, infatti, con l’arrivo della primavera sono frequenti, e a volte collegati a particolari attraversamenti di comete. Come tra il la notte del 6 e del 7 maggio, con la previsione di 50-60 stelle cadenti l’ora, durante il passaggio delle “Eta Aquaridi”, che prendono il nome dalla costellazione dell’Acquario e sono i detriti della celebre cometa di Halley.

Non solo, quindi, la notte di San Lorenzo, quando le “Perseidi” – frammenti di meteore che arrivano dalla costellazione di Perseo – sono più vicine alla Terra grazie al suo moto di rivoluzione. Possiamo vedere le stelle cadenti anche tra pochi giorni. Dunque, la buona notizia è questa: possiamo sempre provare a cercare le stelle cadenti con relativo desiderio annesso.

LEGGI ANCHE: Gordon Hempton, il musicista del silenzio che registra la natura (Video)

COME ESPRIMERE UN DESIDERIO –

Una curiosità è proprio nella tradizione dell’esprimere un desiderio alla vista di una stella cadente. Innanzitutto, l’etimologia del termine desiderio deriva dal latino, dove “de siderum” significa proprio “sulle stelle”. Il desiderio affidato alle stelle era anche quello dei marinai che, oltre alle bussole, si orientavano grazie alle costellazioni: alla vista di una stella cadente, esprimevano il desiderio di giungere alla meta della terra ferma. Inoltre, Il ruolo della stella cadente come guida è risaputo anche nella tradizione cristiana, dove proprio una stella cadente indicò ai re Magi la via fino alla grotta con Gesù Bambino.

come-vedere-stelle-cadenti-6

COME OSSERVARE LE STELLE CADENTI –

Tornando però alla caduta delle stelle e al nostro godimento ottico, per non sprecarlo bisogna seguire qualche accorgimento importante, grazie ai quali il piacere dello spettacolo sarà ancora maggiore. E i desideri da esaudire potranno aumentare. Ecco cinque consigli per prepararci al meglio a vedere le stelle cadenti:

  • ORA MIGLIORE PER VEDERE LE STELLE CADENTI

Il momento più favorevole è sicuramente verso l’alba, sempre che il meteo sia dalla vostra parte e favorevole. Quindi, sveglia durante la notte e niente lamentele: non è uno sforzo sprecato.

  • TEMPO NECESSARIO PER VEDERE LE STELLE CADENTI

Non pretendente di afferrare qualche stella cadente al primo colpo: abbiate la pazienza che serve. E tenete presente che l’occhio ha bisogno di almeno mezz’ora per adattarsi a questo tipi di immagini e di visioni.

  • DOVE VEDERE PIÚ STELLE CADENTI

Le stelle cadenti possono presentarsi da ogni direzione. Tuttavia, conviene orientare lo sguardo a Nord-Est, subito dopo la costellazione di Cassiopea dalla classica forma a “W”. È da lì che giungono gran parte delle comete.

  • COSA EVITARE PER VEDERE BENE LE STELLE CADENTI

Sono vietati i binocoli, inutili, e soprattutto gli smartphone. A causa della loro illuminazione, i vostri occhi saranno obbligati ad abituarsi al buio con più difficoltà e meno efficacia. Ovviamente con il rischio di farvi perdere molte stelle cadenti.

  • DOVE VEDERE LE STELLE CADENTI

Per chiudere, un consiglio tanto banale quanto essenziale. Occorre, al fine di vedere al meglio e quante più possibili stelle cadenti, allontanarsi dai luoghi abitati. L’inquinamento luminoso, infatti, è il peggior nemico delle stelle cadenti, e dei desideri a loro affidati.

COME VEDERE LE STELLE CADENTI, ALCUNE IMMAGINI SIGNIFICATIVE:

PER APPROFONDIRE: La vita al vero nord del mondo, in Finlandia sotto “La Coda delle Volpi”