Come risparmiare con assicurazione auto: i consigli utili - Non Sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Rc auto in aumento per quasi 1.200.000 italiani

Secondo la rilevazione del portale Facile.it, oltre un milione gli italiani che, avendo causato un incidente con colpa nel corso dello scorso anno, dovranno pagare un premio assicurativo più elevato.

di Posted on
Condivisioni

Nonostante gli sforzi del Governo per abbassare i costi dell’ Rc auto, per molti italiani il nuovo anno si apre all’insegna dei rincari. Secondo le rilevazioni di Facile.it, il sito di comparazione che permette agli utenti di confrontare e scegliere le migliori offerte di assicurazioni, mutui, prestiti, pay tv, tariffe gas e luce e tanto altro ancora, a partire dal mese in corso saranno quasi 1.200.000 gli italiani che, avendo causato un incidente con colpa nel corso dello scorso anno, dovranno pagare un premio assicurativo più elevato.

LEGGI ANCHE: Come risparmiare sull’assicurazione auto con la polizza a km 

I DATI RILEVATI DA FACILE.IT – Il portale, che ha analizzato oltre 500.000 preventivi effettuati negli ultimi 30 giorni, rispetto allo scorso anno ha comunque rilevato un nuovo calo del numero di italiani penalizzati per aver causato un sinistro: in percentuale, questi guidatori rappresentano solo il 3,67% del totale degli utenti alle prese con il rinnovo. Come spiega Mauro Giacobbe, Responsabile Business Unit assicurazioni di Facile.it: “questa contrazione non è dovuta all’aumento di italiani ‘virtuosi’ quanto piuttosto alla riduzione tanto del parco auto circolante quanto dei chilometri percorsi in un anno dagli automobilisti”.

LE DIFFERENZE A LIVELLO REGIONALE – Non tutta l’Italia però ha visto le stesse variazioni: si conferma infatti la prassi che vede il maggior numero di denunce in quelle regioni in cui i premi assicurativi sono più bassi. Tra questi, la regione italiana che ha presentato il maggior numero di denunce  di sinistro è l’Umbria, seguono Toscana e Lazio. Molise, Friuli Venezia Giulia e Basilicata sono invece le regioni con la minore sinistrosità.

PER APPROFONDIRE: I consigli utili per spendere meno con l’automobile

LE DIFFERENZE A LIVELLO SOCIO-DEMOGRAFICO – La rilevazione di Facile.it si è inoltre soffermata sulle differenze a livello socio-demografico e dai dati è emerso che le donne denunciano sinistri con colpa in misura maggiore rispetto agli uomini. Dai dati si evidenzia come la percentuale di uomini che cambieranno classe di merito si fermi al 3,35 per cento, mentre tra le donne questa salga fino al 4,34 per cento.

LE DIFFERENZE SULLA BASE DELLA CATEGORIA PROFESSIONALE – Per quanto riguarda invece la categoria professionale dichiarata sono i liberi professionisti a chiedere più spesso l’intervento della compagnia assicuratrice e ad essere penalizzati con il cambio di classe di merito: tra di loro la percentuale sale addirittura al 5,42 per cento. Seguono i medici e gli infermieri con una percentuale superiore al 5 per cento.

I più prudenti sono infine i vigili urbani e gli appartenenti alle forze armate: tutori dell’ordine e delle strade sono tra coloro che cambieranno in percentuale minore la loro classe di merito.

Ma cosa è necessario fare per risparmiare sulle tariffe dell’assicurazione auto?

COME RISPARMIARE CON ASSICURAZIONE AUTO – La soluzione più immediata è quella di modificare la propria polizza assicurativa con una più conveniente. Vi sono però tutta una serie di attenzioni che se messe in pratica consentono di ottenere un certo risparmio. Ecco tre semplici consigli utili:

  • Innanzitutto è bene confrontare i diversi preventivi assicurazione auto anche attraverso i diversi portali specializzati nel confronto delle tariffe in modo da individuare la polizza più adatta alle proprie esigenze;
  • Valutate inoltre la possibilità di scegliere una compagnia assicuratrice online: in genere propongono prezzi più bassi;
  • Infine, informatevi riguardo la possibilità di attivare una polizza personalizzata: ad esempio il costo delle assicurazioni a chilometri viene calcolato in base ai chilometri percorsi dall’automobile.

PER SAPERNE DI PIU’: Carpooiling certificate, la prima app che certifica i viaggi condivisi

LEGGI ANCHE: