Come riciclare i pennarelli usati - Non sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Riciclare i pennarelli ormai scarichi: ecco qualche idea facile, veloce e non sprecona

Quando i vecchi pennarelli non funzionano più, li si può riciclare creativamente o riutilizzare qualche piccolo accorgimento per sfruttarli sino all’ultima goccia di colore

COME RICICLARE I PENNARELLI USATI

Chi ha dei figli in età scolare sa bene quanto possa essere facile accumulare dei pennarelli, di ogni foggia e grandezza. La maggior parte di essi si seccano presto o si spuntano e quando finalmente ci si ricorda di fare una cernita, si tende a gettare immediatamente quelli che non funzionano più. In realtà, anche i pennarelli secchi o consumati possono essere riciclati in molti modi, sia per continuare a colorare sia per realizzare degli oggetti originali.

LEGGI ANCHE: Vasetti dello yogurt, riutilizzateli come portapenne. Ma anche come piccoli contenitori di cibo da mettere in frigorifero

COME RIUTILIZZARE I PENNARELLI USATI

Vediamo insieme come fare.

  • Se volete riciclare i pennarelli che non funzionano più, procuratevi dei vasetti di vetro trasparenti (per esempio quelli dei sughi pronti o delle olive). A questo punto, dovete smontare il pennarello ed estrarre il tampone di colore che è lungo circa 10/15 cm. Se non riuscite ad aprirli, tagliateli con un cutter e usate una pinzetta per estrarre il tampone. A questo punto immergete i tamponi nei vasetti che avrete preventivamente riempito d’acqua o di alcol denaturato, e lasciateli in immersione per qualche giorno. Dopo questo tempo, i pennarelli avranno rilasciato nell’acqua il loro colore che potrà essere utilizzato per dipingere con la tecnica dell’acquerello. Con questi colori acquosi potete anche colorare la carta, immergendola direttamente dentro i vasetti; per esempio, potete farlo con i cartoni delle uova, oppure potete immergevi della rafia o della corda, se avete in mente qualche lavorazione particolare. Per la stoffa sono meno indicati, perché con i lavaggi il colore va via. Potete anche creare un effetto marmorizzato, immergendo una spugnetta nel colore e passandola poi sopra una superficie desiderata.
  • Anche intingere la punta nell’aceto potrebbe essere una soluzione per far tornare a vivere i vostri pennarelli ormai scarichi.
  • Se il pennarello è totalmente scarico ed è inutile provare i metodi precedenti, potete comperare dell’inchiostro per il rabbocco. Lo trovate nei negozi di forniture per uffici o anche negli shop on line.
  • Potete utilizzare i vostri colori ad acqua anche per realizzare un meraviglioso effetto “cielo stellato”; procuratevi un pennello e spennellate bene un cartoncino bianco, dopodiché, versate del sale grosso sulla spennellata e fate asciugare. Alla fine il sale si sarà sciolto e avrà creato delle macchie bianche nell’azzurro del cielo, producendo un effetto “stelle” che vi stupirà.

come riciclare pennarelli usati

PER APPROFONDIRE: Penne e pennarelli, mai nei secchi della differenziata dedicata alla plastica. Non sono imballaggi, e quindi vanno nei contenitori dell’indifferenziata (foto)

RICICLO PENNARELLI USATI

  • Se invece volete provare a far rifunzionare i vostri pennarelli come quando erano intonsi, rimuovete il tappo salva cartuccia, che si trova nell’estremità posteriore del pennarello stesso, e fate cadere all’interno qualche goccia di alcool sul tampone. Dopo pochi secondi il pennarello dovrebbe essere pronto per colorare nuovamente.
  • Se non siete in grado di recuperare il tampone e di far funzionare nuovamente il colore come fosse nuovo, provate a riciclare gli steli in plastica che possono diventare molte cose. Questi possono essere riciclati per creare un divertente Shangai per i bambini oppure potete foderare dei rotoli di carta igienica e tramutarli in allegri portamatite da tenere in cameretta.
  • Affiancate i pennarelli ormai scarichi gli uni vicino agli altri e fissateli con la colla a caldo. Poi rifinite con pizzi, fiocchi e tutto quanto può piacervi, per fare delle cornici davvero originali da collocare dovunque, per un regalare una nota di colore alla casa.
  • Con gli astucci potete anche realizzare un bell’orologio per insegnare ai più piccoli a leggere l’ora. Recuperatene circa dodici insieme al trappo di plastica di un barattolo e un ingranaggio di orologio; infine, assemblate tutto, magari facendovi aiutare da un tutorial on line.
  • Persino i tappi che coprono la punta scrivente, possono essere riciclati. Se li forate alle estremità e li legate con uno spago, potete farne delle collane alquanto bizzarre.

RICICLO CREATIVO PER I BAMBINI:

 

 

 

 

 

 

Shares