Come lavare il bucato dei neonati in maniera green - Non sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Come lavare il bucato dei neonati in modo naturale

Il metodo naturale: in ammollo un paio d’ore con sapone di Marsiglia e sale grosso. In lavatrice: con detersivo liquido e senza fosfati. Come organizzare il bucato dei bebè

di Posted on

COME LAVARE IL BUCATO DEI NEONATI

Lavo tutto? E con quale detersivo per non correre alcun pericolo? A quale temperatura? Come lavare bene i vestitini e i bavaglini dei neonati è una delle preoccupazioni di ogni neo mamma. Il bucato dei neonati richiede infatti una cura e un’attenzione particolare, a partire dai detersivi: la pelle dei più piccoli è molto delicata e i detersivi che utilizziamo normalmente per il lavaggio dei nostri capi possono risultare aggressivi e causare loro dermatiti e allergie.

LEGGI ANCHE: Cosa serve veramente a un neonato? Consigli per accogliere un bebè felice senza sprechi

QUANDO FARE IL PRIMO BUCATO DEI NEONATI

Il bucato dei neonati deve iniziare già al momento della preparazione del corredo. Tutti i capi vanno lavati e igienizzati: fatelo appena li avete acquistati e preparateli per il momento dell’uso. In questa fase è preferibile scegliere la soluzione del lavaggio naturale, senza uso di lavatrice e detersivi. Il metodo è semplicissimo: basta lasciarli in ammollo per un paio d’ore in una bacinella con sapone di Marsiglia a scaglie e un paio di cucchiai di sale grosso. Se ci fosse una macchia più resistente, usate anche il sapone. Dopo l’ammollo, strofinate, risciacquate e mette ad asciugare.

COME FARE IL BUCATO DEI NEONATI

Quando il bebè è entrato nella vita familiare, è importante lavare i capi dei neonati separatamente rispetto a quelli del resto della famiglia ma è da sfatare la falsa convinzione secondo la quale per lavare bene i loro indumenti è fondamentale sterilizzarli a temperature elevate. Premesso che il lavaggio naturale è sempre preferibile, una volta che avete optato per la lavatrice, per ottenere risultati soddisfacenti, basta stare attorno a una temperatura tra i 30 e 40 gradi. Oltre è solo spreco.

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato. Clicca qui!

QUALI DETERSIVI SCEGLIERE PER IL BUCATO DEI BAMBINI?

Per scegliere il tipo migliore di detersivo per il bucato dei bambini, preferite quello liquido universale, adatto a qualsiasi esigenza di lavaggio. Il detersivo in polvere lava di più, ma va via dai tessuti con più difficoltà. Non sprecate soldi con i detersivi baby, che tra l’altro hanno confezioni più piccole. E accertatevi piuttosto che il detersivo scelto sia neutro, senza allergenici e senza fosfati. Non sognatevi neanche di usare sbiancanti e candeggina (sono tra le principali cause di dermatiti e irritazioni per i neonati e i bambini).

PER APPROFONDIRE: Come fare in casa gli omogeneizzati per il bebè

COSA USARE PER LAVARE IL BUCATO DEI NEONATI

Cosa usare per il bucato dei neonati?  A questo punto le scelte dipendono soltanto da voi, tra i prodotti naturali e i detersivi da inserire in lavatrice. L’importate è che tenete sempre presenti questi aspetti.

  • Per il lavaggio dei capi in lavatrice provate il nostro detersivo fai da te realizzato con il sapone di Marsiglia o in alternativa scegliete un detersivo ecologico preparato con ingredienti naturali e senza fosfati.
  • Evitate l’uso dell’ammorbidente in quanto deposita sui capi un film trasparente che può essere causa di dermatiti e allergie. Sostituitelo con l’aceto bianco o in alternativa provate la nostra ricetta per realizzare in casa un ammorbidente fai da te ecologico e naturale.
  • Evitate inoltre di sbiancare i capi con prodotti chimici e ricordate che, come hanno confermato diverse ricerche scientifiche, molte allergie sono dovute proprio ad un eccesso di pulizia: i bambini infatti non entrando in contatto con germi e batteri rischiano di non sviluppare gli anticorpi.
  • Una volta effettuato il lavaggio dei capi, fate attenzione a non stenderli all’aperto negli orari in cui vi è molto traffico e quindi una maggiore concentrazione di traffico e polveri sottili che potrebbero contaminare la fibra dei vestiti.
  • Lavate sempre prima i capi più sporchi, specie quelli con macchie di natura organica. Il resto del bucato sarà più facile e migliorerà la resa complessiva del lavaggio.

COME ORGANIZZARE IL BUCATO DEI NEONATI

Il bucato dei neonati, come qualsiasi bucato, va organizzato per evitare sprechi che possono incidere sulla qualità dei risultati.

  • Così come per il bucato degli adulti, anche per quello dei neonati è opportuno effettuare una suddivisione tra capi colorati e capi chiari in modo da evitare eventuali macchie di colore.
  • Se scegliete di lavare i capi a mano, prima di procedere con il lavaggio lasciateli in ammollo per almeno 30 minuti.
  • Una volta effettuato il lavaggio, sciacquate bene i capi in modo che non rimanga alcuna traccia di detersivo.
  • Separate in casa le ceste del bucato, sia quello sporco sia quello pulito, degli adulti da quelle dei neonati. In questo modo non correrete il rischio che qualche batterio dei vostri indumenti finisca poi per colpire il vestitino del bebè.

PER APPROFONDIRE: Biberon e microplastiche, scaldate il latte in un altro contenitore non di plastica

COME SI LAVANO I PANNOLINI LAVABILI

I pannolini lavabili non vanno mescolati alla biancheria dei neonati. E hanno bisogno di un lavaggio ad hoc in acqua fredda. Per il lavaggio naturale, potete metterli in ammollo un paio d’ore con sapone di Marsiglia e sale grosso, e poi pulirli a fondo con uno spazzolino per le unghie, risciacquarli e asciugarli, preferibilmente al sole. Se optate per la lavatrice, potete lavarli anche con altri indumenti, scegliendo un’alta temperatura (almeno 40 gradi), con programmi lunghi che utilizzano molta acqua. Infine, potete fare una scelta completa: un primo lavaggio in ammollo, naturale, e poi un passaggio in lavatrice con il normale bucato della casa.

QUALE LAVATRICE SERVE PER IL BUCATO DEI NEONATI?

Per il bucato dei neonati non serve una specifica lavatrice. Utilizzate quella che avete in casa per il bucato familiare, e piuttosto state attenti che vada sempre in funzione a pieno carico. In caso contrario state facendo un doppio spreco: di energia e di acqua. Non servono né un programma di lavaggio specifico, né un’asciugatrice, che significa solo uno spreco economico e ambientale.

NEONATI: COSA SAPERE

  1. Coliche del neonato, i rimedi naturali per evitarle e per curarle senza spese
  2. Dormire nel lettone con i genitori: ecco i benefici, ma non oltre i tre anni
  3. Libro sensoriale per bambini: il tutorial per realizzarlo in casa con il riciclo creativo

 

Share

LEGGI ANCHE:

<