Borghi più belli del Centro Italia | Non sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Borghi più belli del Centro Italia. Cosa vedere e perché andarci a vivere

Da Levigliani a Santa Fiora, da Montefalco a Penna San Giovanni, il Centro Italia è un pullulare di magnifici borghi, ricchi sia dal punto di vista naturalistico che culturale e gastronomico.

Dalla Toscana all’Abruzzo, passando per Lazio, Marche e Toscana. Le regioni dell’Italia centrale sono ricche di borghi ancora incontaminati e pieni di storia, dove la qualità della vita è davvero molto alta e sicuramente il costo della vita è più basso rispetto ai centri urbani.

BORGHI DEL CENTRO ITALIA

Questi borghi si prestano bene per una vacanza (nel 2020 sono stati la meta del 66 per cento degli italiani in ferie), ma anche per una scelta più radicale: cambiare vita. Magari afferrando al volo, e non sprecando, gli incentivi previsti per trasferirsi, dalla casa al lavoro. Ma vediamo nel Centro Italia 10 borghi imperdibili, i più belli di tutti.

BORGHI PIÙ BELLI DEL CENTRO ITALIA

Sebbene ce ne siano moltissimi, ne abbiamo selezionati 10 assolutamente da non perdere, sia che vogliate visitarli durante l’anno che, perché no, raggiungerli per sempre.

SANTA FIORA

Sul Monte Amiata, nella Maremma toscana, sorge il borgo di Santa Fiora, un autentico gioiellino artistico e naturalistico che prende il nome dal fiume Fiora. La natura nei dintorni è particolarmente rigogliosa e il parco-giardino rinascimentale chiamato la Peschiera è un luogo delle meraviglie. Il centro storico è invece di origine medievale, caratterizzato da stretti vicoli che riportano nel passato. Il terziere di Castello è un luogo imperdibile, nonché il più antico del paese. E altrettanto suggestivi sono la torre dell’Orologio e il Palazzo dei Conti Sforza Cesarini, che ospita il museo delle miniere di mercurio del Monte Amiata. La pieve delle Sante Flora e Lucilla custodisce meravigliose opere d’arte in terracotta mentre la chiesa della Madonna delle Nevi ha un pavimento in vetro che è uno spettacolo mozzafiato. Da qui si può infatti ammirare la sorgente del fiume Fiora.

LEGGI ANCHE: Vacanze nei borghi: ecco i più belli d’Italia. A basso costo

CASTRO DEI VOLSCI


Classificato come uno dei borghi più belli d’Italia, Castro dei Volsci, in provincia di Frosinone, città natale di Nino Manfredi, è un luogo poetico e romantico, circondato da una natura molto rigogliosa. Il centro storico è pura meraviglia con le sue strette stradine e le deliziose piazze. Per non parlare delle chiese e dell’area archeologica di S. Maria del Piano, dove si possono ammirare antichi resti di terme, ville, necropoli. Interessante la statua di Mamma Ciociaria, situata su un balcone. E per quanto riguarda il cibo, Castro dei Volsci è tutto da scoprire: dalle lumache alla pasta e fagioli, dall’abbacchio alla pasta all’uovo, c’è da leccarsi i baffi.

MONTONE

Un meraviglioso paesaggio popolato di querceti e oliveti, un borgo medievale fortificato che conquista al primo sguardo. Stiamo parlando di Montone, in provincia di Perugia, paese dove vale la pena trascorrere vacanze rilassanti o perché no, un’intera vita. Passeggiando lungo i vicoli, si possono ammirare edifici storici, chiese di bellezza indescrivibile come quella di San Francesco o come la Pieve di San Gregorio Magno. Ma anche conventi che profumano di passato come l’ex convento di Santa Caterina, oggi divenuto archivio storico comunale. Montone è anche noto per il famoso condottiero Andrea Fortebracci, conosciuto con il nome di “Braccio”, facente parte della famiglia Fortebracci che qui viveva fin dal XIII secolo.

BOMARZO

Bomarzo è un meraviglioso borgo situato in provincia di Viterbo, Lazio, che sorge nell’antica terra etrusca. Dal punto di vista naturalistico, è un vero e proprio paradiso, immerso com’è nella Riserva naturale di Monte Casoli. E anche sotto il profilo archeologico e artistico non è da meno. Il borgo custodisce chiese di estrema bellezza, stupendi palazzi e il famosissimo Parco dei Mostri, un giardino famoso in tutto il mondo composto da monumenti di stile grottesco davvero unici nel loro genere.

LEVIGLIANI

Levigliani è un borgo dell’Alta Versilia situato nelle Alpi Apuane, immerso nei boschi, la cui economia è legata innanzitutto all’estrazione del marmo. Molti turisti arrivano fin qui sia per godersi la bellezza dei boschi incontaminati che per visitare le famose cave di marmo, il Museo della pietra piegata incentrato sull’utilizzo della pietra e del marmo nel corso dei secoli, le Miniere dell’argento vivo, un complesso di cunicoli lungo 600 metri.

MONTEFALCO

Ecco un altro dei borghi più belli d’Italia, stiamo parlando di Montefalco, il borgo medievale in provincia di Perugia. Oltre a essere famoso per i suoi spettacolari belvedere che permettono di ammirare un paesaggio popolato di uliveti e vigneti, custodisce importanti reperti artistici e storici. Le sue vie convergono verso Piazza del Comune e il centro storico ha una peculiare struttura radiocentrica. Edifici come Palazzo Comunale, il Teatro Comunale, la chiesa di San Filippo Neri, la chiesa-museo di San Francesco, Palazzo Santi-Gentili meritano tutti una visita, anche per le numerose opere d’arte. E non dimenticate di sorseggiare gli ottimi vini rossi locali.

LEGGI ANCHE: Vita nei borghi, scegliete dove vi pagano, e non poco, per trasferirvi e aprire un’attività

BORGO DI MARANO

Cupra Marittima, località turistica balneare situata nella provincia di Ascoli Piceno, include un nucleo medievale chiamato Marano, borgo fortificato noto anche con il nome di “Cupra Alta”, che è il nucleo principale del paese e che vale senz’altro una visita. Tra le meraviglie da vedere in questo luogo incontaminato ci sono la Chiesa romanica di Santa Maria in Castello, il Palazzo Brancadoro-Sforza, le mura di cinta e le torri realizzate a partire dal 1100.

MONTE VIDON CORRADO

Altro borgo medievale è quello di Monte Vidon Corrado, il cui nome deriva dal figlio di Fallerone I, signore di Falerone. L’origine medievale è ancora ben visibile nella struttura urbana con castello feudale e mura poligonali. Il paese è famoso per la produzione di cappelli in paglia e custodisce edifici e musei di notevole importanza. Tra questi la Chiesa di San Vito in Piazza della Vittoria, il Teatro Comunale e la Casa Museo Osvaldo Licini, dove nacque e morì l’artista.

PENNA SAN GIOVANNI

Situato a 672 metri sul livello del mare, tra le vallate del Salino e del Tennacola nell’entroterra marchigiano, il borgo di Penna San Giovanni è difeso da una cinta muraria e diverse porte difensive di origine medievale. Vi si possono ammirare belvederi, tre meravigliosi campanili, la Piazza del Municipio, un magnifico giardino. E molto altro ancora.

CIVITELLA DEL TRONTO

L’Abruzzo custodisce un borgo di incredibile bellezza, Civitella del Tronto, situato in Val Vibrata, su una rupe rocciosa. Il borgo nacque tra IX e X secolo e il suo centro storico profuma di antichità grazie alle rampe, alle scale, ai numerosi vicoli che lo contraddistinguono. Inclusa la via più stretta d’Italia, la famosa “Ruetta”. A livello architettonico, ci sono meraviglie come la rinascimentale Collegiata di San Lorenzo, e la Chiesa di San Francesco, di stile gotico-romanico. Mentre la Chiesa di Santa Maria degli Angeli custodisce un Cristo morto in legno ammaliante. Da non perdere anche il Palazzo del Capitano, il Palazzo del Governatore, l’Abbazia di Montesanto, il Largo Rosati in marmo di Carrara di Matteo Wade, la Fontana degli Amanti, la Fortezza Borbone. Interessante infine il Museo Storico delle Armi e delle Mappe Antiche.

SALVIAMO I BORGHI PIÙ BELLI D’ITALIA:

Share