Questo sito contribuisce all'audience di

Bici a rischio: un morto e 40 feriti al giorno. Twitta e chiedi al tuo sindaco che cosa vuole fare per i ciclisti

Condivisioni

Un morto e quaranta feriti al giorno. È questa la terribile statistica sugli incidenti che avvengono quotidianamente in Italia coinvolgendo i ciclisti. Il dato è stato appena diffuso dall’Associazione amici della Polizia stradale (Asap) che sottolinea la sua preoccupazione di fronte a un doppio fenomeno. Da un lato aumentano le vendite di biciclette (che nel 2012, per la prima volta, hanno superato quelle delle automobili), secondo una tendenza diffusa in tutte le città europee, e schizza verso l’alto l’uso alternativo delle due ruote rispetto alla macchina (un terzo degli italiani nelle regioni del Nord fa la spesa con le due ruote); ma dall’altro versante crescono i rischi.

La contraddizione è legata al fatto che di fronte al boom delle bici le città non si attrezzano, le piste ciclabili scarseggiano e non sono in sicurezza. E questo nonostante gli annunci dei sindaci che promettono di scoraggiare l’uso dell’auto in città per incentivare invece l’alternativa della bici. A proposito di sindaci, il sito www.salvaiciclisti.it ha lanciato un dibattito, via Twitter, per chiedere a tutti i candidati al posto di sindaco in occasione delle prossime elezioni comunali di Roma che cosa intendono fare per aumentare le piste ciclabili e la loro sicurezza. Il dibattito si svolgerà il giorno 11 febbraio tra le ore 10 e le 18,00 con l’hashtag #TwitBattitoRM.