Acquisti per la scuola - Non sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Come risparmiare con gli acquisti per la scuola

Quaderni, grembiule, zaino, cancelleria e pennarelli: ci sono tanti modi per non sprecare soldi. E per scegliere prodotti davvero ecologici. Dove trovare le migliori offerte

di Posted on

COME RISPARMIARE CON GLI ACQUISTI PER LA SCUOLA

In ogni famiglia, quando la scuola riapre, si fanno i conti con gli acquisti del materiale scolastico. Una spesa media di oltre 1.100 euro che lievitano se si sceglie materiale “griffato” oppure se si sprecano soldi comprando cose inutili o sbagliate. Astucci, quaderni, matite, colori, penne, cancelleria, zaini: su tutto è possibile risparmiare con qualche semplice accortezza. E garantendosi una buona qualità del materiale acquistato.

ACQUISTI PER LA SCUOLA: COME RISPARMIARE

Partiamo da un presupposto per evitare sprechi: andare a scuola non è partecipare a una festa di compleanno. Non servono prodotti e accessori griffati, magari con la spinta al consumo gonfiato di personaggi noti al grande pubblico e influencer giovanili. Uno zaino di ottima qualità, per fare un esempio, costa meno di 100 euro, ma appena c’è lo zampino del brand famoso e dell’influencer che lo sponsorizza, immediatamente il prezzo lievito almeno a 140-150 euro.

LEGGI ANCHE: Come prepararsi per il rientro a scuola, consigli per iniziare bene l’anno scolastico

COSTI RITORNO A SCUOLA

Nello specifico, il costo per il materiale scolastico completo dovrebbe attestarsi sui 500-600 euro a studente su base annua (la stima è del Codacons, da sempre molto attento a questa voce del bilancio familiare), ai quali bisogna poi aggiungere il costo dei libri. Da qui la stima di spesa di circa 1.100-1.200 euro a studente.

Tra gli acquisti che incidono maggiormente sulle spese di ogni famiglia vi è lo zaino: quelli di marca possono raggiungere anche un costo di 140 euro. Il costo di un astuccio si aggira invece intorno ai 40 euro. Vi è poi il diario: quelli delle marche più conosciute possono arrivare a costare anche 20 euro. E qui arriviamo dritti a un secondo consiglio importante: fate una lista precisa delle cose che servono davvero al momento di tornare sui banchi. È lo stesso meccanismo della spesa al supermercato, in base al quale risparmiamo se andiamo preparati con il nostro foglietto che contiene la lista degli acquisti da fare.

COSA ACQUISTARE PER IL RIENTRO A SCUOLA

Come è possibile quindi fare in modo che i nostri figli abbiano a disposizione tutto quello di cui hanno bisogno, risparmiando però sui costi? Senza contare che, a volte, si finisce anche per comprare più materiale di quello effettivamente necessario. Come si possono evitare gli sprechi senza fare gli acquisti compulsivi?  Evitate, ecco il consiglio, le inutili scorte di quaderni, penne, matite, gomme ed evidenziatori. Potete farle, se proprio ci tenete, in un secondo momento, quando i prezzi scendono e le offerte degli sconti salgono.  L’inizio dell’anno scolastico è il momento più caldo, e anche il più costoso, per fare acquisti di lungo periodo di oggetti per la scuola.

acquisti-scuola-materiale-ecologico (3)

PER APPROFONDIRE: Come hanno distrutto la scuola italiana, la verità in questo libro

COME RISPARMIARE SUGLI ACQUISTI PER LA SCUOLA

Basta quindi davvero poco per risparmiare. Ecco tutti i nostri consigli per un rientro a scuola attento al portafogli ma anche all’ambiente:

  1. Evitate di comprare un nuovo grembiule se quello dello scorso anno va ancora bene. Stessa cosa per lo zaino. Un’idea curiosa è quella di provare a realizzare in casa il grembiule, con il riciclo creativo: qui tutte le indicazioni utili.
  2. Quando entrate in un negozio di prodotti per la scuola, evitate di farvi conquistare troppo da quaderni, diari e agendine che per quanto possano essere belli e colorati forse non serviranno e potrebbero rivelarsi un’inutile spesa.
  3. Verificate se il materiale acquistato lo scorso anno può essere riutilizzato.
  4. Se dovete effettuare nuovi acquisti, scegliete sempre prodotti ecologici realizzati in maniera tale da ridurre al minimo l’impatto ambientale.
  5. Preferite quaderni e agende in carta riciclata. Per l’acquisto dei pennarelli optate per quelli ecologici a base di acqua e coloranti alimentari. Fate in modo che la gomma sia in caucciù naturale e che le penne siano in plastica biodegradabile o cartone riciclato: in commercio trovate tanti eco-kit per la scuola completi di tutto e con custodie in materiale ecologico.
  6. Infine, se dovete acquistare libri, privilegiate quelli usati soprattutto se ancora in buone condizioni.

COSA COMPRARE PER IL RIENTRO A SCUOLA

Vediamo nel dettaglio, qual è il materiale da acquistare per il rientro a scuola dei bambini e tutti i consigli utili per risparmiare:

Il mercato degli zaini è molto variegato: con trolley, senza trolley, robusto, capiente, di buona marca o con i personaggi dei cartoni animati. A livello di qualità tutti gli zaini delle grandi firme si equivalgono e dunque, se si trova un’offerta particolarmente vantaggiosa, meglio optare per uno zaino comodo, robusto e capiente, con schienale imbottito. Ottimo anche il trolley.

acquisti-scuola-materiale-ecologico (1)

  • ASTUCCIO

Rappresenta un costo importante poiché il prezzo di un astuccio contenente il materiale di cancelleria, è abbastanza sostenuto e varia dai 15 ai 30 euro. Ne esistono a una, due o tre zip e si equivalgono più o meno tutti. Anche l’astuccio, così come lo zaino, deve essere di buona qualità per poter essere utilizzato durante tutto l’anno scolastico senza che si usuri in maniera eccessiva.

  • MATITE E COLORI

Alla scuola primaria si utilizzano tantissime matite e colori. Su questi articoli è bene acquistare pacchi da 12 colori: se trovate colori sfusi prendete tanti rossi, gialli e celesti che sono quelli più utilizzati. Non comprate pacchi da 36 o 24 colori pensando di risparmiare. Nell’astuccio entrano solo 12 colori per tipologia e i bambini non hanno bisogno di 4 gradazioni di rosso. Anche sulle matite da disegno non trascurate il fattore qualità. E quando matite e penne terminano il loro uso, non dimenticate di riciclarle correttamente, anche in modo creativo: qui tante idee.

  • PENNE

I bambini vorrebbero le penne cancellabili ma non tutte le maestre sono concordi sul loro utilizzo. Per questo motivo non acquistate questo materiale prima dell’inizio della scuola e prima di aver parlato con le maestre.

  • CANCELLERIA VARIA

Acquistate alcuni stick di collagomme da cancellareetichette adesivecopertine trasparenti per i quaderni e i libri. Attenzione, però: la cancelleria è il classico settore degli acquisti per la scuola nel quale si annidano potenziali sprechi.

  • QUADERNI

Solitamente vengono utilizzati i quadernoni a righe e a quadretti. Se trovate delle offerte vantaggiose privilegiate le confezioni da 10 quaderni per ogni tipologia in modo che siano sufficienti per tutta la durata dell’anno scolastico.

acquisti-scuola-materiale-ecologico (2)

  • DIARIO

Il costo del diario varia tra i 5 e i 15 euro. Solitamente non viene utilizzato in prima elementare per cui è un costo che si può eliminare dall’occorrente per i bambini più piccoli.

  • LIBRI

Se i vostri figli frequentano una scuola pubblica o privata paritaria, i libri per le elementari sono gratuiti. Verificate se nella vostra scuola ci sono iniziative specifiche per risparmiare sui libri. In molte scuole medie, per esempio, le associazioni dei genitori hanno introdotto, d’intesa con gli insegnanti, il comodato d’uso gratuito dei testi. Vengono acquistati per tutti e riconsegnati ogni anno ai nuovi alunni. Utilizzate la rete della scuola e i gruppi social per acquistare libri usati da studenti che hanno frequentato in passato le stesse classi dei vostri figli. Informatevi dei mercatini di zona dove si possono trovare libri scolastici usati, delle catene specializzate (per esempio Il Libraccio), e anche di quello che arriva attraverso la porta di Internet. In questo articolo trovate i nostri consigli per risparmiare specificamente sull’acquisto dei libri.

  • GREMBIULI

Ne occorrono almeno 2, blu per i maschietti e bianchi o rosa per le femminucce. Si sporcano con una facilità incredibile. Acquistateli di buona qualità in modo che si mantengano in ottimo stato per tutto l’anno scolastico.

  • ABBIGLIAMENTO

È importante che i bambini siano comodi tra i banchi di scuola: no a cinture, scarpe con i lacci, mollette per capelli e accessori che possono perdersi, ingombrare, far male. Acquistate delle tute da ginnastica da far indossare sotto il grembiule.

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato. Clicca qui!

COME RINNOVARE LA DIDATTICA: LE INIZIATIVE DI ALCUNE SCUOLE

Share

<