Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.
[mc4wp_form id="5505"]
Questo sito contribuisce all'audience di

Riscopriamo il valore del silenzio secondo la pedagogia montessoriana

Il silenzio nella pedagogia montessoriana è un valore imprescindibile nel rapporto con se stessi e con gli altri: solo attraverso la pratica del silenzio si colgono le sfumature delicate della vita

Condivisioni

SILENZIO MONTESSORIANO –

Quando pensiamo al silenzio e lo colleghiamo ai bambini ci viene sicuramente in mente il “gioco del silenzio” che la maestra ci imponeva a scuola quando eravamo troppo irrequieti. Il gioco del silenzio era una sorta di punizione malcelata e chiunque osava proferire parola veniva punito. Il silenzio, secondo la pedagogia montessoriana, invece, va insegnato ai bambini per aiutarli ad interconnettersi con gli altri e a ritrovare anche il piacere di ascoltare e non solo quello di parlare. Vediamo come fare

LEGGI ANCHE: Importanza del silenzio

EDUCARE AL SILENZIO MONTESSORI –

Non si può pensare di instaurare un dialogo con gli altri se non si è disposti ad ascoltare il linguaggio del corpo, dei gesti e dei segni. Il silenzio implica la concentrazione, l’armonia, il silenzio si contrappone al rumore e al caos che disorientano e distraggono i bambini. Nel silenzio i piccoli possono svolgere le proprie azioni con lentezza e accuratezza, possono concentrarsi senza fretta.

SILENZIO MONTESSORI –

Per fare silenzio in un’aula bisogna avere profondo rispetto degli altri. Bisogna distendersi e respirare piano. Bisogna ascoltare ogni minimo rumore che viene dall’esterno. Maria Montessori racconta che, giocando al silenzio in classe, i bambini scoprirono il rumore della pioggia e ne furono profondamente felici. Il silenzio regala ai bambini un nuovo modo di approcciarsi a loro stessi, agli altri e al mondo che li circonda aiutandoli a sentire e vivere le cose, anche le più piccole, in maniera sincera.

PER APPROFONDIRE: Inquinamento acustico in città

 

LEGGI ANCHE: