Questo sito contribuisce all'audience di

I nostri figli sono malati di fretta: ecco come possiamo aiutarli in maniera intelligente

L’11 per cento dei bambini americani, secondo una recente ricerca, ha un deficit di attenzione causato da un eccesso di attività che finiscono per stressarli. per questa ragione sono necessari meno impegni, e più tempo per oziare e per stare insieme con i genitori. A cominciare dalle favole per la buonanotte.

I nostri figli sono malati di fretta: ecco come possiamo aiutarli in maniera intelligente
Deficit attenzione nei bambini: per combatterlo lasciateli oziare
di
Condivisioni

DEFICIT ATTENZIONE NEI BAMBINI

I nostri figli e i nostri nipoti sono imbottiti di attività, dentro e fuori la scuola, iper-impegnati, continuamente connessi. Sono ammalati di fretta: quando scrivono (con molti errori grammaticali e con un lessico da web), quando parlano (con una scarsa proprietà di linguaggio) e perfino quando sono in compagnia (c’è sempre qualcosa da fare, prima e dopo). Una vera malattia.

LEGGI ANCHE: Italiani che sprecano il sonno, il 30 per cento dorme meno di 6 ore a notte

DISTURBO DELL’ATTENZIONE

Una forma di strisciante frenesia che parte dal primo problema: il cattivo rapporto con il sonno e con il riposo. Secondo una ricerca del Center for Disease Control and Prevention  americano, l’11 per cento dei bambini in età scolare ha un deficit di attenzione e un eccesso di attività che si abbinano a disturbi del sonno.

PROBLEMI DI CONCENTRAZIONE

Che cosa possiamo fare per aiutare i nostri figli e nipoti a non ammalarsi di fretta? Come avvicinarli a un uso più razionale del tempo? Non ci sono né ricette semplici né risposte facili. Ma, in modo molto concreto, è opportuno partire dai punti di crisi di questa patologia. E allora svuotiamo un tantino le giornate dei bambini, lasciamo loro il piacere di oziare, non fare nulla, assolutamente nulla.

IMPORTANZA DELL’OZIO PER I BAMBINI

Riscopriamo, magari insieme, il piacere della lentezza, del rilassarsi in una conversazione, in una passeggiata all’aria aperta, in uno stare insieme anche solo per mangiare. E aiutiamoli a recuperare il giusto ritmo del sonno. Non basta cavarsela con il solito appello, “adesso vai a letto”, serve costruire, anche in questo caso, qualche alternativa accattivante. Per esempio, la lettura insieme di un bel romanzo, di una favola, di una storia perfetta per la buonanotte.

I MODI PER CRESCERE BAMBINI SERENI 

Annoiarsi serve: ai bambini bombardati dagli impegni e alle coppie che vogliono durare

Come crescere bambini felici, 10 consigli semplici, essenziali, ma molto efficaci

Come insegnare ai bambini a dormire da soli nel proprio letto: 10 consigli e sogni d’oro

Cosa fare a fine anno scolastico: come occupare il tempo libero dei bambini

LEGGI ANCHE:

Ultime Notizie: