Wind Tree, a Parigi l'albero che produce energia eolica - Non sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

“Wind tree”: a Parigi gli “alberi” che producono energia eolica. Con foglie speciali (foto)

Undici metri di altezza, otto di diametro, realizzato interamente in acciaio, l'Albero del vento brevettato dalla società francese NewWind ha le dimensioni e la forma di un albero vero dotato di 72 foglie artificiali

Condivisioni

WIND TREE

Tra il 2013 e il 2016 una startup francese, da sempre nel campo delle energie rinnovabili, ha iniziato a produrre e installare “alberi” che producono energia dal vento. Niente di più turbina eolica, esteticamente bella perché si presenta a forma di albero.

Sui rami, infatti, presentano mini turbine verticali dai colori e dalla foggia di gemme, boccioli e foglie. Le prime, che hanno costituito un primo esperimento, sono state installate a Parigi, in Piazza della Concordia, nel marzo del 2015, ma ulteriori prototipi hanno riempito le piazze di Svizzera, Belgio e Germania.

WIND TREE PARIGI

Un modo elegante di coniugare efficienza energetica e auto-produzione di rinnovabili. Con molte critiche.

Ad alcuni, infatti, non piacciono: troppo grandi, antiestetiche, rovinerebbero il paesaggio, perché, per essere efficienti al massimo devono essere necessariamente poste in alto, con l’aumento della loro visibilità. Ciò è inevitabile perché l’eventuale presenza di ostacoli ne ridurrebbe il funzionamento. Sprecando energia invece di accumularla, e immagazzinarla.

LEGGI ANCHE: Energie rinnovabili, il ricercatore che sogna di sfruttare la forza green dell’idrogeno

ALBERO CON TURBINE EOLICHE

La società francese che si occupa della ricerca, il design e la progettazione di queste turbine a forma di albero, la New World Wind, ha brevettato l’Albero del vento: 11 metri di altezza, 8 di diametro, realizzato interamente in acciaio, ha le dimensioni e la forma di un albero vero dotato di 72 foglie artificiali. Ognuna di queste è una turbina verticale vagamente di forma conica, in grado di generare energia già con una leggera brezza o un vento lieve. Insieme le 72 foglie-turbine producono 3,1 kW. Meno delle turbine tradizionali, certo, ma queste per funzionare hanno bisogno di molto più vento e quindi sono attive un minor numero di giorni all’anno mentre l’albero del vento potrebbe funzionare in media 280 giorni all’anno.

PER APPROFONDIRE: Eolico: in Europa è la terza fonte di energia. Copre l’11 per cento di tutti i consumi elettrici

COME FUNZIONA WIND TREE

La NewWind garantisce che il sistema è completamente silenzioso, emette lievi fruscii, quelli delle foglie appunto. Tutti i cavi e i generatori sono sigillati all’interno della struttura in acciaio. Che può essere collegata alla rete pubblica, o utilizzata per integrare la potenza elettrica di un edificio o di un complesso di edifici. Ogni albero del vento dovrebbe costare circa trentamila euro ma farne guadagnare, risparmiando, molti di più.

E con molti altri vantaggi, come quello di poter essere installato nei pressi delle case, visto il poco ingombro e il funzionamento che non genera inquinamento acustico non disturbando i residenti.

L’idea, infatti, venne ai creatori proprio pensando alla brezza tra le foglie mentre passeggiavano in una piazza di Parigi, e così hanno deciso di iniziare a sviluppare in senso tecnologico questa intuizione: perché non costruire una turbina del vento che non richieda troppo spazio e che non produca troppi decibel di rumore? Il fattore in più, poi, doveva essere un design che permettesse agli alberi del vento di inserirsi bene nel tessuto anche urbano, superando l’idea delle turbine relegate sulle cime delle montagne a fare scempio dell’orizzonte.

wind tree

ALBERO DEL VENTO WIND TREE

Dopo aver cominciato la produzione in una fabbrica dell’est della Francia,  il CEO della startup, Jérôme Michaud-Larivière, ha confermato che dal febbraio 2019 la turbina a forma di albero sarà commercializzabile ed esportabile dovunque, soprattutto nel mercato statunitense, dove era già stato montato un albero di prova in un prato dell’Arizona. Questo dopo la creazione di una sussidiaria USA,  che permettesse alla start-up francese di produrre in loco le turbine ad albero per assorbire la domanda degli Stati Uniti. Non hanno, comunque, intenzione di fermarsi, viste le innumerevoli applicazioni pratiche del loro brevetto: in Francia si è costruito un’intero parco in cui ricaricare gli smartphone o i dispositivi elettronici, in altri posti dove sono presenti i prototipi vengono utilizzati anche come postazioni di ricarica delle auto elettriche, e si registrano usi per soddisfare il fabbisogno energetico di case ed uffici.

Con un occhio a un nuovo brevetto: Wind Bush, una turbina eolica ancora più piccola, quasi portatile, a forma di cespuglio.

(Immagine di copertina e a corredo del testo tratte dalla pagina Facebook di New World Wind)

INVENZIONI ATTENTE ALL’AMBIENTE: