Questo sito contribuisce all'audience di

Il mondo dentro una stanza: nell’officina delle idee di Teatrando gli oggetti riprendono vita

L’associazione filantropica milanese ha promosso un’iniziativa settimanale che permette ai bambini tra i 5 e 10 anni di prendere coscienza dell’importanza del non spreco. Durante questi incontri, infatti, i più piccoli, coordinati da una restauratrice, fanno rinascere oggetti che altrimenti finirebbero nella spazzatura

di Posted on
Condivisioni

TEATRANDO

Una vera e propra “Officina delle idee” ospitata all’interno di una stanza, dove tutti gli oggetti anche i più malandati e rovinati possono rinascere. È questa l’idea che ispira questo progetto di Teatrando NoProfit, un’associazione nata dall’entusiasmo e dalla volontà di persone che amano l’arte nelle sue varie forme espressive come il teatro, la pittura, la danza e che sono interessate alla relazione tra arte e psicologia. Situata nei pressi di Milano, gli animatori di Teatrando hanno messo a disposizione dei bambini una stanza con materiali di riciclo, con i quali i più piccoli (iniziativa dedicata ai ragazzi dai 5 ai 10 anni) possono creare nuovi giocattoli o nuovi accessori per la casa, coordinati dal capo progetto, nonché restauratrice, Simona Franchin.

LEGGI ANCHE: Vecchie moquette, così diventano borse eco-chic. Il progetto di due giovani laureate (foto)

RIUTILIZZO MATERIALI DI RICICLO

“In un anno e mezzo – assicurano gli ideatori del progetto – ogni mese abbiamo creato un appuntamento fisso per il riciclo creativo per un secondo utilizzo (reale) degli ogetti di scarto”. E da settembre hanno fissato un appuntamento settimanale in cui a rinascere sono i vecchi vestiti che non piacciono o non vanno più bene, e che vengono utilizzati per realizzare complementi d’arredo o nuovi vestiti reinventati. Lo scopo del laboratorio è sensibilizzare i bambini di oggi sul non spreco, un principio di sostenibilità sacrosanto.

OFFICINA DELLE IDEE

All’interno di questa officina, assicurano i promotori, mentre i materiali e gli oggetti prendono nuova vita, i piccoli artisti prendo coscienza della collettività e dell’importanza di ciò che li circonda. Teatrando, infatti, si propone di sfruttare la capacità espressiva dell’arte per migliorare il benessere, inteso come lo stare bene sulla “corda tesa della vita” all’insegna della coesione sociale, superando l’individualismo che isola e genera solitudine. Una missione che assolve sotto forma di associazione di natura filantropica, dove tutto ciò che avanza in bilancio viene devoluto a progetti di sostegno economico alle famiglie disagiate.

Il progetto è in concorso per l’edizione 2017 del Premio Non Sprecare. Per conoscere il bando e partecipare vai qui! 

Se il progetto ti è piaciuto condividilo su Facebook, Twitter e G+!

STORIE DI MIRACOLI CON IL CROWDFUNDING: