Ricetta castagnaccio vegan | Non Sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Il castagnaccio, la ricetta vegan di un dolce povero ma squisito. E carico di vitamine

Farina di castagne, acqua, olio, pinoli e uvetta. Ecco tutto il necessario per un dolce della tradizione contadina, leggero e completamente cruelty free. Una ricetta semplice e veloce da preparare. Anche con un’interessante alternativa all’acqua: il latte vegetale.

RICETTA CASTAGNACCIO VEGAN –

Il castagnaccio è un dolce tipico delle zone appenniniche del Piemonte, Liguria, Toscana ed Emilia Romagna e viene preparato anche in Corsica. La sua origine risale, secondo i documenti che sono stati trovati, al 1553 e porta la firma di Pilade da Lucca.

LEGGI ANCHE: Confettura di castagne, la ricetta naturalmente dolce

RICETTA CASTAGNACCIO –

Più che un dolce, per secoli il castagnaccio è stato davvero un piatto unico, un piatto Non sprecare, per la popolazione contadina delle regioni del Centro e del Nord Italia, ottimo specie nei momenti di raccolti poco generosi. Le castagne, infatti, che rappresentano l’ingrediente principale del dolce, hanno un alto contenuto calorico (193 Kcal ogni cento grammi) che nutre e riscalda allo stesso tempo.  Ma contengono anche abbondanti dosi di vitamine e di sali minerali.

Il castagnaccio è dunque una pietanza tradizionale della stagione autunnale e invernale, da sempre considerata “povera” perché a base di castagne, ingrediente base dell’alimentazione delle popolazioni contadine di quei luoghi. Soltanto successivamente, rispetto alle sue origini, il castagnaccio è stato arricchito dei pinoli, dell’uvetta, del rosmarino e, in alcuni casi, perfino delle scorze di agrumi.

Il dolce di origine lucchese si ottiene infatti facendo cuocere in forno la farina di castagne con olio, acqua, pinoli e uvetta. Le varianti sono molte e in alcune si usano anche il rosmarino e le scorze d’arancia, ma anche le mandorle e le noci, o i semi di finocchio.

PER APPROFONDIRE: Dolci autunnali, 10 deliziose ricette, dalla torta di zucca ai marron glacé

RICETTA CASTAGNACCIO ORIGINALE –

La ricetta classica non prevede l’uso di ingredienti di origine animale ed è quindi adatta anche per i vegani, che comunque avranno possibilità di personalizzare questo dolce con altri ingredienti 100% cruelty free.

Tuttavia, per un castagnaccio vegan ancora più ricco, soffice e gustoso, potete sostituire l’acqua con del latte vegetale. Vanno benissimo quello di mandorle, di riso o di soia. In questo modo il dolce sarà ancora più soffice e morbido. Se temete un risultato troppo ricco, potete sostituire anche solo una parte di acqua, l’importante è che si mantengano le proporzioni tra liquidi e solidi.

TEMPO DI PREPARAZIONE: 40 minuti tra preparazione e cottura

INGREDIENTI

  • 250 gr di farina di castagne
  • 300 ml di acqua
  • 50 gr di uvetta
  • 30 gr di pinoli
  • 1 rametto di rosmarino fresco
  • Olio extravergine d’oliva
  • Sale

PREPARAZIONE

La prima cosa da fare per preparare la ricetta del castagnaccio vegan è quella mettere in ammollo in una piccola ciotolina l’uvetta.

Mentre l’uvetta si ammorbidisce, setacciate la farina di castagne e poi aggiungete lentamente l’acqua e un pizzico di sale, mescolando il composto con una frusta o usando un frullatore a immersione in modo da evitare che si formino i grumi.

Dal momento che la farina di castagne è molto dolce, non sarà necessario aggiungere lo zucchero.

Alla fine, dovrete ottenere un impasto omogeneo e non troppo liquido: in questo caso, aggiungete un po’ di farina. Al contrario, se il composto risulta troppo duro, versate ancora un po’ d’acqua. Come detto nell’introduzione, all’acqua potete sostituire (anche solo in parte) il latte vegetale: da quello di mandorla a quello di riso.

Nel frattempo, in una padella tostate per due minuti i pinoli per renderli più croccanti e saporiti. Aggiungete l’uvetta strizzata e i pinoli all’impasto e mescolate tutto.

Versate un goccio d’olio nella teglia che andrete a utilizzare, in modo che l’olio raggiunga ogni parte della sua superficie. A quel punto, versate il castagnaccio dentro alla teglia.

Impreziosite la superficie del dolce con aghi di rosmarino, uvetta e pinoli e versate ancora qualche goccia di olio.

A questo punto infornate il castagnaccio in forno preriscaldato a 200 gradi per 10 minuti, poi alzate la temperatura a 220 gradi e lasciate cuocere ancora per 20-25 minuti. Sarà pronto quando la superficie sarà bella abbrustolita e con delle piccole crepe.

Il tocco in più: accompagnate il vostro castagnaccio vegan con il vino novello o del vino dolce, come il vin santo o il vino cotto.

ALTRE RICETTE A BASE DI CASTAGNE:

Shares

LEGGI ANCHE: