Puglia sostenibile: 10 idee da non perdere

Dal Parco Naturale delle Dune Costiere ai b&b biologici. Dal Salento bici tour agli uliveti in Valle d'Itria

Puglia sostenibile: 10 idee da non perdere

Paesaggi mozzafiato, cibo straordinario, città incredibili e abitanti ospitali: la Puglia è una delle regioni d’Italia più belle, ma non solo: offre diverse possibilità di turismo sostenibile. Chi dice Puglia dice mare, è vero, ma anche montagna. La pittoresca regione, che si affaccia da un lato sul mare Adriatico e sull’altro sullo Ionio, è ricca di natura e di numerosi luoghi incantevoli che ci permettono di scoprirla nella sua ecosostenibilità. Se avete in programma di fare un salto nel “tacco d’Italia”, ecco 10 idee da tenere a mente.

PUGLIA SOSTENIBILE, IDEE DA NON PERDERE

La Puglia è una regione ricca di arte e cultura. Ma, oltre i monumenti, testimoni di una lunga storia, la regione vanta innumerevoli bellezze naturali e paesaggistiche tra le quali spiccano naturalmente i trulli e le masserie, gli ulivi e le cattedrali barocche, il mare del Salento con le sue bellissime spiagge. E’ quasi superfluo dire che, oltre a potersi dedicare ad un itinerario sostenibile, in Puglia si può abitare – o anche solo usufruire – delle soluzioni turistiche eco-friendly. Ad esempio.

LEGGI: Puglia: gli aeroporti diventano plastic-free. Niente più bottigliette

Puglia sostenibile: 10 idee da non perdere

TRULLI 

Non possiamo che iniziare dai trulli, il simbolo per eccellenza di questa splendida regione. Se i più famosi di trovano ad Alberobello, e sono una tappa imperdibile per i molti viaggiatori che ogni anno decidono di visitare questa terra, se ne trovano di splendidi anche a Cisternino, Locorotondo, Ostuni o Martina Franca. Basta fare una semplice ricerca sui siti specializzati in locazione turistica come Barbar House. Oltre al loro fascino suggestivo, un surplus è che costituiscono un’architettura sostenibile grazie alla loro struttura: durante l’inverno accumulano calore rilasciandolo la notte; d’estate, invece, la massa di pietra permette di godere di una temperatura interna minore rispetto a quella percepita fuori.

B&B SOSTENIBILE

Anche in Puglia non mancano i B&B eco-friendly. Si tratta di strutture presso le quali è tangibile l’impegno relativo a quel turismo sostenibile verso il quale ci si sta muovendo. I B&B ecosostenibili si caratterizzano per il fatto di usare prodotti ecologici, a basso impatto ambientale, per la pulizia generale. Per il ricorso a materiali naturali, biocompatibili e riciclabili per le eventuali ristrutturazioni e per la scelta, in fatto di arredamento, di mobili preferibilmente di legno e rigorosamente fatti a mano. 

PICNIC FORESTA DI MERCADANTE

Trascorrere qualche piacevole ora all’aria aperta, con la famiglia al completo ed in totale relax, è il sogno di molti. Esistono diverse aree nella regione dove è possibile godersi un pic nic in un’area attrezzata sì, ma collegata ad un bosco. La Foresta di Mercadante, che si trova tra Cassano delle Murge e Altamura (Ba), non è che un esempio. Qui si può usufruire di un’area dotata di tavoli in legno e in pietra presso i quali mangiare al sacco (non è prevista la possibilità di accendere braci). E, ovviamente, effettuare lunghe passeggiate addentrandosi tra i sentieri e le piste.

Puglia sostenibile: 10 idee da non perdere

PARCO DUNE COSTIERE

Le possibilità di itinerario sostenibile in Puglia sono diverse: oltre che una serie di tappe all’insegna dei trulli, si può optare per le città di mare o anche per località di montagna. A questo proposito possiamo consigliare di puntare sull’ecoturismo nel Parco Regionale Naturale delle Dune Costiere, area protetta sita nella parte settentrionale del Salento che custodisce diversi habitat. Il bello di un itinerario di questo tipo è la varietà che offre: siti archeologici e storici, antiche masserie, frantoi ipogei tra i quali ci si può spostare in bici oltre che a piedi. 

Puglia sostenibile

MASSERIE

Altra tappa imperdibile di ogni soggiorno pugliese che si rispetti sono le masserie. Oggi, complice anche la voglia di allinearsi ad un turismo quanto più sostenibile, molti di questi edifici perseguono l’obiettivo dell’eco sostenibilità. Uso di energia pulita e riduzione dell’impiego di prodotti chimici nei processi di pulizia e sanificazione dell’intera struttura. Tutto fatto nel pieno rispetto della natura e della sostenibilità del luogo, che interessa anche alle coltivazioni che la circondano.  

Puglia sostenibile: 10 idee da non perdere

SALENTO BICI TOUR

La regione Puglia promuove oramai da anni politiche di sviluppo che considerano la bicicletta, oltre che mezzo indispensabile per praticare ciclismo sportivo, anche strumento fondamentale nell’ottica di migliorare la qualità della vita dei propri cittadini. Per questo motivo, può essere utile informarsi sulle iniziative a favore della mobilità sostenibile che stanno via via sempre più prendendo piede. Non sarà difficile trovarne sparse su tutto il territorio pugliese. Tra tutti vi segnaliamo il Salento Bici Tour – I Slow You.

LEGGI ANCHE: Aggregazione, condivisione e conoscenza: ecco come funziona Vàzapp’, il primo hub rurale italiano

B&B BIOLOGICI

Così come quelli sostenibili, anche gli agriturismi biologici presenti sulla nostra penisola stanno crescendo rapidamente. Ed anche in Puglia, ma non c’è da stupirsi, sono sempre più numerosi. Qui, in particolare, uniscono un soggiorno immersi nella natura alla possibilità di poter godere delle prelibatezze che questa offre. Ristorazione biologica e alloggio nella stessa struttura permettono ai visitatori di riscoprire la campagna pugliese, i prodotti tipici quali olio e grano arso e le più antiche tradizioni, come veder realizzare, a mano, le intramontabili orecchiette pugliesi.

Puglia sostenibile

ULIVETI IN VALLE D’ITRIA

Gli uliveti sono un po’ il biglietto da visita della regione. Quale luogo, più di una distesa di rigogliosi ulivi, può mettere a suoi agio chi cerca una vacanza green all’insegna del buon cibo? Ed allora perché non concedersi un’esperienza nella Valle d’Itria, terra fertile sita tra le province di Taranto, Brindisi e Bari che offre una vegetazione rigogliosa tra vigne e uliveti presso i quali assaggiare ottimo vino e profumato olio di qualità?  

ESCURSIONI IN TWIZY 

Un’idea sostenibile da mettere in atto una volta arrivati a destinazione è quella di concedersi un’escursione in twizy. Sulle minicar elettriche ci si può completamente immergere tra i paesaggi rurali pugliesi – tanto da potervi percorrere strade non praticabili con altre vetture – tra ulivi e distese di grano; visitare le masserie assaggiando quanto più di tipico hanno da offrire (con un occhio di riguardo a vegetariani e vegani). Il tutto a zero emissioni di CO2. Le aree da scoprire sono numerose. Una su tutte? Ostuni ed il suo territorio.

OASI LAGO SALSO

Se il suo slogan è “Coltiviamo biodiversità”, ci sarà un perché. L’Oasi Lago Salso, che si affaccia sul Golfo di Manfredonia, comprende mille ettari di canneti, pascoli e prati. Se ne può fare un tour alla scoperta delle più di 300 specie di uccelli (ci sono perfino i fenicotteri rosa) e attraversando i ben sette sentieri percorribili a piedi, in bicicletta e a cavallo (e né anche uno in barca).

QUANDO IL TURISMO É UN VALORE:

Torna in alto