Borghi più belli del Sud Italia | Non sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Borghi, i più belli nel Sud Italia. Dove le case costano ancora poco e la qualità della vita è alta

Da Cefalù ad Altomonte, da Scopello ad Alberobello, da Castellabate a Cisternino, il Sud Italia pullula di meraviglie da scoprire e vivere. Non solo in estate.

Non solo d’estate. I borghi dell’Italia meridionale non vanno visitati soltanto durante la stagione estiva, quando è possibile godere in pieno della bellezza e del piacere del mare. Anche nelle altre stagioni questi luoghi, assolutamente incontaminati, riescono a essere unici.

I BORGHI PIÙ BELLI DEL SUD ITALIA

Mescolando i panorami marini con colline, montagne e dolci campagne. Per non parlare della popolazione, che al Sud è sempre accogliente, secondo l’antica regola, già nota nella Magna Grecia, in base alla quale l’ospite è considerato sacro. Ma vediamo da vicino i 10 borghi più belli del Sud Italia.

I 10 BORGHI PIÙ BELLI DEL SUD ITALIA

Belli da vedere e perché no, anche da vivere. Sono i borghi del Sud Italia, mete ideali per una vacanza sostenibile o per un trasferimento all’insegna della vita slow. Lontani dalla frenesia delle grandi città.

LEGGI ANCHE: Borghi più belli del Centro Italia. Cosa vedere e perché andarci a vivere

ALTOMONTE

La Calabria custodisce un borgo delle meraviglie, Altomonte, situato a 490 metri sul livello del mare. Molto amato dagli sposi, questo borgo incastonato in un paesaggio collinare ricco di vigneti e uliveti, è ricco di storia. Da non perdere una passeggiata tra i vicoli medievali alla scoperta delle tante meraviglie: dal Teatro all’aperto al Museo Civico, dal Castello Feudale alla Torre dei Pallotta, fino al Complesso monastico di San Francesco di Paola.

CEFALÙ

In Sicilia merita senz’altro una visita il borgo di Cefalù, situato ai piedi di un promontorio roccioso nel Parco delle Madonie. Qui potrete godervi una bellissima spiaggia dorata e ammirare meraviglie architettoniche come la famosa Cattedrale dall’architettura Normanna, ma anche Piazza del Duomo, il Palazzo vescovile, Palazzo Piraino, il Lavatoio medievale. E non dimenticate di gustarvi un’ottima cena a base di pesce.

SCOPELLO


In Sicilia sorge Scopello, borgo marinaro situato in provincia di Trapani a 106 metri sul livello del mare. Qui è stata scoperta una delle necropoli mesolitiche più importanti d’Italia. La sua storia è infatti antichissima anche se il borgo, per com’è oggi, risale al XVII sec.. La natura di Scopello è spettacolare così come la veduta più famosa del borgo sui famosi Faraglioni, che ne sono anche il simbolo.

ALBEROBELLO


In Puglia sorge il borgo famosissimo di Alberobello, celebre soprattutto per la presenza dei trulli, che gli sono valsi la qualifica di Patrimonio Mondiale dell’Unesco. Si tratta di particolari costruzioni coperte da cupole di cerchi concentrici realizzati in pietra. Li potete ammirare ovunque, come per esempio nel distretto di Rione Monti, allineati lungo le stradine irregolari.

PIETRAPERTOSA


Situato a 1.088 metri di altitudine, nel Parco di Gallipoli Cognato e delle Piccole Dolomiti Lucane, Pietrapertosa è un borgo della Basilicata che vale senz’altro la pena visitare. Sarà un vero piacere immergersi nella natura incontaminata, tra boschi, monti, torrenti e grotte naturali, tutte da scoprire.

CASTELLABATE


In Campania, sulla costiera Cilentana, sorge il borgo di Castellabate, situato nel Parco nazionale del Cilento e Vallo di Diano. Il mare e la costa offrono panorami mozzafiato: lunghe spiagge dorate, falesie, scogliere, grotte marine, insenature. Per non parlare dell’incredibile macchia mediterranea. Il borgo custodisce anche numerosi palazzi gentilizi e la Basilica di Santa Maria Giulia.

CISTERNINO


In Puglia sorge un borgo di bianco vestito, Cisternino, dove si possono ammirare meraviglie architettoniche come il Palazzo vescovile e tanti palazzi nobiliari di incredibile bellezza. Meritano una visita anche la chiesetta di S. Lucia e la Torre. Per non parlare delle magnifiche campagne, dove perdersi tra oliveti, vigneti, masserie antiche e trulli. Imperdibile anche il bosco di Cisternino, il più grande della provincia di Brindisi.

SAVOCA


In provincia di Messina sorge il borgo di Savoca, famoso perché vi hanno girato alcune scene del celebre film “Il padrino”, e per le Mummie di Savoca, esposte nella cripta locale. Interessante anche il percorso che dal Pizzo di Cucco procede tra antiche trazzere e stradine, dove ammirare casolari di pietra. Il centro storico non è da meno con la sua impronta chiaramente medievale. Da vedere anche la Chiesa di Santa Maria in Cielo Assunta, la Chiesa di San Michele, e la Chiesa del Calvario.

FURORE


Furore è un delizioso e piccolissimo borgo di pescatori in provincia di Salerno. Qui le case spuntano dai costoni di roccia lungo il famoso Fiordo di Furore. Da vedere sicuramente i due mulini e le due fabbriche di carta, ma anche i celebri muri d’autore, bellissimi murales dipinti da artisti, che hanno ulteriormente contribuito alla sua fama.

SAN NICOLA ARCELLA


Piccolo borgo marinaro situato in Calabria, San Nicola Arcella è una meta turistica molto ambita. La baia si contraddistingue per le acque cristalline, per le bellissime scogliere e le grotte della costa. La spiaggia dell’Arcomagno, qui situata, è una delle più belle della Calabria, e una delle più selvagge, dov’è possibile ammirare la grotta saracena. Il borgo cela anche una serie di affreschi che ne illustrano la storia e include meraviglie come la Torre saracena e il Palazzo del Principe.

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato. Clicca qui!

PERCHÈ SALVAGUARDARE I BORGHI:

Share

<