Questo sito contribuisce all'audience di

Pesca elettrica in mare, il bluff dell’Europa. Il Parlamento boccia, ma la Commissione approva

Dopo il voto dell’aula di Bruxelles, che non conta nulla, arriverà un regolamento approvato dalla Commissione, che invece conta davvero. E la lobby della pesca industriale avrà partita vinta. Intanto nei mari europei c’è la strage delle sogliole.

Condivisioni

PESCA ELETTRICA

Il solito bluff. Da Bruxelles vogliono farci credere che la pesca elettrica, una tecnica micidiale che danneggia il mare, mette a rischio l’ecosistema e penalizza i piccoli pescatori, verrà abolita. Non è vero. È successo soltanto che il Parlamento europeo, anche per le forti pressioni dell’opinione pubblica, ha bocciato, a maggioranza, la deroga concessa su base sperimentale alla pesca elettrica.

LEGGI ANCHE: Reti da pesca, così quelle abbandonate diventano maglie e t-shirt alla moda (FOTO)

PESCA ELETTRICA IN MARE

Le associazioni ambientaliste sono giustamente soddisfatte di questo risultato, ma purtroppo è solo una vittoria di Pirro. E mi spiego. La pesca elettrica, grazie all’uso di un potente generatore di corrente, stordisce i pesci con pesanti scariche elettriche e li costringe così a lasciare il fondo per essere più catturabili. Una cosa atroce. Una tecnica che piace molto ad alcune lobby della pesca industriale, specie olandesi e inglesi.

COME FUNZIONA LA PESCA ELETTRICA

Gli effetti della pesca elettrica sono micidiali. Alcune specie pregiate vengono sterminate, senza alcun controllo sulle taglie, dalle sogliole ai rombi. Ma la lobby la vuole sia per i risultati redditizi della pesca con questa tecnica sia per il fatto che l’apparato elettrico consente forti risparmi di carburante delle imbarcazioni, in quanto le reti collegate alla corrente sono molto meno pesanti di quelle a strascico.

EFFETTI DELLA PESCA ELETTRICA

In ogni caso, la pesca con gli impulsi elettrici è stata vietata fino al 2006, quando con il via libera della Commissione sono arrivate le deroghe. E adesso? Il voto del Parlamento vale poco più di zero. In compenso dovrà essere approvato, dalla Commissione, un regolamento (attualmente ne esistono una trentina per dare norme condivise alla pesca in Europa) che sicuramente ricalcherà la linea dei commissari, favorevoli alla tecnologia elettrica. Poi toccherà ai singoli paesi dell’Unione approvare e introdurre il regolamento generale. C’è dunque tutto lo spazio nel quale potranno navigare e inserirsi le lobby della pesca, e alla fine vedrete che l’elettricità tornerà ad avvelenare i nostri mari. Un’ennesima vittoria dell’Europa della tecnocrazia al servizio dei poteri industriali e finanziari, e una sconfitta dell’Europa politica, il cui potere è effimero e inconsistente.

RICETTE IMPERDIBILI A BASE DI PESCE:

  1. Alici fritte, le migliori varianti della ricetta di un pesce speciale e molto salutare
  2. Paella di pesce, la ricetta per preparare in casa il piatto tipico della cucina spagnola
  3. Bastoncini di pesce, la ricetta per preparare in casa uno dei piatti preferiti dai bambini
  4. Zuppa di pesce, se avanza ecco come puoi reinventarla
  5. Triglia alle spezie, la ricetta con l’olio di annatto e con pomodori farciti (foto)