Peccioli: il comune ricco con i rifiuti | Non sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Peccioli: il comune ricco con i rifiuti

Una discarica ecosostenibile dove arriva la spazzatura da tutta la Toscana. A pagamento. E con il ricavato il comune costruisce scuole e riqualifica il centro storico

Ricchi grazie ai rifiuti. Il piccolo comune di Peccioli in Valdera, in provincia di Pisa, è da tempo un caso unico nel corto circuito tra smaltimento e inquinamento che contraddistingue la catena della spazzatura in Italia.

PECCIOLI RICCO CON UNA DISCARICA

Il borgo, con i suoi 4.600 abitanti, ha scommesso su una discarica ecosostenibile, che sarebbe più corretto chiamare impianto di trattamento dei rifiuti. A Peccioli l’immondizia arriva da tutte le città della Toscana, a partire dal capoluogo Firenze, dove la catena dello smaltimento ancora fa acqua. E chi porta la spazzatura nella campagna pisana paga profumatamente il comune di Peccioli, che così è diventato ricco.

INVESTIMENTI GRAZIE AI RIFIUTI

Grazie alle entrate legate ai rifiuti ed al loro smaltimento, l’amministrazione comunale di Peccioli, guidata da anni da Renzo Macelloni, può fare investimenti utili, nei servizi, che altri piccoli centri non possono permettersi. Così sono state costruite scuole materne, elementari e medie; un grande parcheggio ed è stata fondata un’Accademia musicale per dare un’opportunità di lavoro ai giovani musicisti della zona.

LEGGI ANCHE: Treviso, record differenziata e tassa per i rifiuti più bassa d’Italia

RENZO MACELLONI

La scommessa di Peccioli nasce anche dalla vitalità di Macelloni, tipico uomo politico del fare, molto concreto anche per la sua formazione. Nella vita Macelloni ha fatto il contadino, il falegname, il muratore, prima di riuscire a studiare per diventare maestro di scuola elementare e insegnare a Pisa. Poi la politica, con il primo successo alle elezioni comunali di Peccioli nel lontano 1988.

Nell’immagine: Renzo Macelloni. Fonte: Comune di Peccioli

PER APPROFONDIRE: Raccolta rifiuti senza camion, il modello svedese

RIFIUTI A PECCIOLI

Il progetto di trasformare Peccioli in hub della spazzatura, con la massima sicurezza per i cittadini e i tanti vantaggi che ne derivano per la popolazione, non si è mai fermato. Anzi. La discarica ecosostenibile si è allargata fino a riuscire a trattare cinque milioni e mezzo di metri cubi di rifiuti. Ma anche lo spazio del centro è raddoppiato, con nuovi interventi nell’arredo urbano e nell’architettura del borgo. E intanto Peccioli ha attirato come una calamita anche personaggi famosi dell’architettura e dell’arte contemporanea, che hanno voluto lasciare il loro segno mostrando così di condividere le scelte visionarie di Macelloni. L’architetto bolognese Mario Cucinella ha firmato il Palazzo senza Tempo, con una terrazza che affaccia sulla campagna pisana. E l’artista Patrick Tuttofuoco ha creato Endeless Sunset, un’installazione in omaggio al comune che non spreca i rifiuti e da potenziali elementi di degrado li trasforma in una fonte di benessere e di ricchezza. Per tutti.

Le immagini sono tratte dalla pagina Facebook Belvedere Spa

ESEMPI VIRTUOSI PER LO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI:

  1. Energia da rifiuti: la spazzatura che sprechiamo
  2. Orto dei rifiuti in un Centro commerciale a Marcianise
  3. Enzo Suma, l’inventore del museo dei rifiuti di platica

 

Share

<