Pannelli LED: vantaggi, costi e montaggio | Non Sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Pannelli LED: vantaggi, costi e montaggio

Un consumo di corrente dieci volte inferiore alle lampade alogene. Luce più intensa a minor costo. I vari tipi di impianti

Ci sono diversi buoni motivi, dal risparmio alla riduzione degli sprechi, per scegliere l’illuminazione dei pannelli LED. Ma il primo riguarda la qualità inconfondibile di questa luce: omogenea, diffusa e ad alta intensità.

PANNELLI LED

Siamo abituati a vederli nei centri commerciali e negli show room per la luminosità che riescono a sviluppare. Ma anche negli uffici e nelle nostre case. I pannelli LED sono una soluzione intelligente ed eco-sostenibile in alternativa alle obsolete lampade alogene.

La tecnologia che si cela dietro ai LED ha rivoluzionato il concetto di illuminazione, consentendo con un consumo e un impatto visivo nettamente inferiore, di avere maggior luce, ma ricorrendo ad una spesa minima.

VANTAGGI PANNELLI LED

Il pannello LED è di per sé un’invenzione alquanto recente. Dagli anni 70’ del secolo scorso ha sconvolto il modo di intendere e fare casa, grazie a vantaggi che sono sotto gli occhi di tutti.

Innanzitutto, il risparmio energetico, che è più marcato se si confronta con le lampade alogene, oltre 10 volte inferiore. Mentre, per quanto riguarda una lampada a fluorescenza, il comune neon, in media si abbattono i consumi di circa la metà.

I LED inoltre riescono a sviluppare una luce più intensa. Pertanto, con dei pannelli di ultima generazione è possibile ottenere maggiore luminosità degli spazi. Il tutto riducendo anche l’ingombro.

Infatti, i pannelli LED occupano uno spazio di lunga inferiore rispetto ai normali supporti per neon, lampadari o plafoniere. Lo spessore può variare dai 5 cm a meno di 1 cm. Dimensioni ideali specie nelle case moderne con design minimal.

pannelli a led

LEGGI ANCHE: Una super App per risparmiare con le spese domestiche, ottimizzare l’utilizzo di luce e gas. E avere una casa più sicura

COME RISPARMIARE ENERGIA CON I PANNELLI LED?

Il risparmio energetico oggigiorno è al centro dell’attenzione di tutti i consumatori. Il caro bollette può spaventare, soprattutto in momenti di crisi più accennata. E ognuno di noi, può dire la sua, scegliendo prodotti sostenibili e a basso impatto ambientale.

Se ad esempio in un immobile vi sono 12 punti luce, di cui diversi posizionati in un solo ambiente poiché illuminate da lampade a fluorescenza, è piuttosto probabile che si possa raggiungere un risparmio anche superiore alla metà, sostituendo i vecchi neon con i LED.

In particolar modo, con un pannello LED più lungo è possibile rimpiazzare due punti luce presenti in uno stesso ambiente. Mentre, con pannelli di dimensioni ridotte si può pensare di sostituire le vecchie lampade nelle altre stanze.

Ora provate ad immaginare questa scelta applicata su scala maggiore, come in uffici, hotel o condomini, e riuscirete ad avere una panoramica piuttosto definita di quanto potrebbe essere ridotto lo spreco di energia.

TIPI DI PANNELLI LED

Nel corso del tempo i pannelli LED hanno visto un miglioramento continuo fino a renderli quasi indispensabili in una casa. Le tipologie di pannello più comuni sono a:

  • Plafone
  • Sospensione
  • Incasso

Tuttavia, è possibile anche scegliere tra luce calda, fredda e naturale. Così come ricorrere ai LED RGB, ossia pannelli che possono cambiare colore e intensità, pertanto anche dimmerabili. Per avere un’idea Mazzola luce offre un’ampia scelta a seconda delle esigenze.

LUCE DEI PANNELLI LED

L’obiettivo di un pannello LED è quello di uniformare la luce sul coperchio plastico che ricopre le strisce LED. In pratica, contrariamente alle lampade o ai neon, la luce viene schermata e diffusa in maniera intelligente in tutta la stanza.

Questo previene anche dal far sì che si verifichino quei fastidiosi effetti ottici quando si guarda una lampadina. La superficie di plastica che copre i LED è opaca e di una colorazione bianca. È proprio questo che consente di nascondere all’occhio le decine di luci all’interno del supporto.

Come già accennato, inoltre, la luce è in grado di illuminare in maniera maggiore gli ambienti. Per questa ragione, una vecchia alogena da 40W, oggi equivale ad una LED da 4W, un passo in avanti in tutti i sensi.

pannelli a led sospesi

LEGGI ANCHE: Avanza la casa intelligente: con un solo dispositivo si risparmia su luce e riscaldamento

COME SI MONTANO I PANNELLI LED?

Montare un pannello LED può risultare alquanto semplice, ma bisogna considerare le diverse tipologie in commercio. Tutti i pannelli integrati sono muniti di un telaio che va composto. All’interno si troverà anche un driver LED integrato che presenta un connettore plug e socket facilmente installabile.

Nel caso di un pannello integrato a incasso, sarà necessario avere un supporto adeguato alle dimensioni del foro in cui va installato. È fondamentale spegnere la corrente elettrica ogni qualvolta si mette mano agli impianti elettrici. A questo punto bisognerà connettere il driver al punto luce per poi avvitare il pannello al supporto.

Nel caso di un pannello a sospensione invece, prima di procedere, sarà necessario regolare i cavi di sospensione. In seguito bisognerà avvitare i ganci di sospensione nella parte posteriore del pannello. A questo punto si applicheranno i cavi sui ganci e con le viti in dotazione bisognerà fissare il pannello e il driver al soffitto.

Prima di acquistare un pannello LED è consigliabile rivolgersi ad un esperto del settore come Mazzola luce, che potrà consigliare ed effettuare valutazioni mirate sulla soluzione migliore a seconda della situazione.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Share

Nessun commento presente

Che ne pensi?

<