Oslo sostenibile: 10 cose da non perdere | Non Sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Oslo sostenibile: 10 cose da non perdere

Dal Fiordo di Oslo, l'Oslofjord, al Museo Nazionale e dal Museo di Munch ai Parchi Nazionali. Ecco una città eco-sostenibile che unisce arte, cultura e sport in un contesto sempre più green

Musei e parchi pubblici. Cultura e attività fisica. E una miscela, unica al mondo, di design e architettura urbanistica in uno scenario che ha fatto del verde il colore identitario della città. La capitale della Norvegia è tutta da scoprire. Soprattutto con la lente della sostenibilità. La Oslo sostenibile è da apprezzare a partire proprio dai musei e dai centri di interesse culturale: l’unicità del contenitore si abbina alla ricchezza dei contenuti. L’uso di materiali green, tanto legno, bambù e vetro, diventa la cornice ideale di intere collezioni di arte antica e contemporanea, di opere teatrali e balletti. In questo viaggio in Norvegia, ci sono in particolare 10 cose da non perdere.

TEATRO DELL’OPERA E DEL BALLETTO

Progettato dallo studio di architettura Snohetta, è considerato il simbolo della rinascita di Oslo e della sua proiezione verso il futuro. La struttura ha la sagoma di un iceberg, e anche questo è un biglietto da visita della capitale norvegese, con un uso sapiente e poetico di materiali sostenibili: dal bambù al vetro. Il teatro dell’Opera di Oslo è costato 500 milioni di euro, ma non sono stati soldi sprecati.

A catturare l’attenzione è di sicuro l’avvenieristico design che emerge dal Mare del Nord. Eretto sulle sponde del mare, l’edificio non solo è uno dei centri di interesse più apprezzato nella capitale, ma consente di godere, dalla sua terrazza in cima, di una delle vedute più suggestive dell’intera città.

oslo sostenibile norvegia

LEGGI ANCHE: Casa biologica, in Norvegia dagli scarti di pomodori con paglia e steli d’erba (foto)

MUSEO MUNCH

In mancanza di eredi, poco prima della sua morte, il grande artista norvegese Edward Munch decise di offrire tutte le sue opere alla nazione. Ad oggi, il museo Munch contiene 28 mila opere dell’artista più famoso della Norvegia, tra le quali 1.100 dipinti e 4.500 acquarelli. 

La Nazione per omaggiare il genio norvegese ha fatto erigere il museo Munch, ovvero uno dei più grandi musei al mondo dedicati ad un solo artista. E per costruirlo, sono stati presi in considerazione tutti gli accorgimenti possibili per renderlo meno inquinante di altri edifici analoghi.

Infatti, rispetto a costruzioni di tale portata, abbatte le emissioni di CO2 e sostanze inquinanti di circa la metà. Inoltre, è ricoperto da pannelli di alluminio riciclato con diversi gradi di trasparenza ideati per schermare i raggi solari e mantenere la temperatura interna stabile.

 

MUSEO ASTRUP FEARNLEY

Questo straordinario scrigno di capolavori di arte contemporanea, un museo interamente privato, porta la firma di Renzo Piano. Sotto il segno della sostenibilità, a partire dai materiali (legno lamellare e vetro) e dal disegno architettonico che evoca la vela di un vascello. Un altro simbolo di una Oslo sostenibile e legata all’ambiente.

oslo sostenibile museo di Munch

MUSEO NAZIONALE

Nel 2022 è stato inaugurato il Museo Nazionale di Oslo, il più grande dei paesi nordici. Con questo progetto, la capitale norvegese è riuscita ad inglobare 4 dei vecchi musei:

  • Museo di Arte contemporanea
  • Galleria Nazionale
  • Museo di Arte e Design
  • Museo di Architettura

Dando vita ad un piano ambizioso dove sono custodite oltre 400.000 opere, di cui 6.500 sono selezionate per essere esposte nella collezione museale permanente. Il museo in diversi periodi dell’anno ospita anche diverse mostre temporanee da non perdere.

museo nazionale oslo

LEGGI ANCHE: In Norvegia sarà inaugurata la prima centrale a osmosi del mondo

PARCO VIGELAND

Il più affascinante tra i tanti parchi e giardini della città, grazie alla solita combinazione, tipicamente norvegese, tra arte e natura. Il parco, infatti, 212 sculture in granito e in bronzo dell’artista norvegese Gustav Vigeland.

parco Oslo Norvegia

HOLMENKOLLEN NATIONAL SKI ARENA

 Una delle attrazioni turistiche più visitate della Norvegia, ma anche di importante rilievo internazionale per i diversi eventi di sci nordico che ospita ogni anno. Il più noto è la Coppa del Mondo, grazie al quale la Oslo sostenibile raduna i maggiori campioni di sci. Inoltre, nel 2011 è stato teatro dei campionati del mondo di sci. Qui è possibile anche visitare il museo dello sci e ammirare il lungo trampolino per i salti invernali.

Holmekonnen sci arena oslo sostenibile

SALT

Sviluppato come un progetto indipendente, a pochi passi dall’Opera di Oslo, SALT è un progetto che ingloba diversi aspetti della cultura norvegese. Tra cui:

  • Arte
  • Musica
  • Architettura
  • Design
  • Cibo

Rinomati sono i suoi edifici in legno. Ma è conosciuto in particolare per gli spettacoli teatrali, la sauna sotto le stelle, eventi culturali e la Piramide Artica: un emblematica costruzione piramidale dove veniva essiccato il pesce, ma che oggi ospita costantemente mostre di arte e molto altro.

SALT, progetto artistico Oslo Norvegia

LA TENUTA REALE DI BYGDøY

Poco distante dal centro, la Oslo sostenibile regala un’altra figlia del suo legame con la terra e il verde: la tenuta reale di Bygdøy. Questa è una fattoria storica da sempre legata alla famiglia reale norvegese. In particolare, da quando nel 1305 d.C. il re Haakon V Magnusson la diede in regalo alla sua regina Eufemia. Oggi la struttura è visitabile su richiesta e al suo interno dimorano diversi animali, dai cavalli alle mucche e dai conigli ai pony.

tenuta reale fattoria oslo norvegia

LEGGI ANCHE: In Finlandia la prima strada per auto ecologiche

IL CASTELLO DELLE ROSE

Il progetto artistico è stato installato a Holmenkollent per ricordare l’80esimo anniversario dell’invasione nazista in Norvegia e il 75esimo dalla liberazione. L’area monumentale riconduce i visitatori attraverso gli eventi storici anche con guide e passaggi tematici. Il tutto per non dimenticare mai quanto accaduto e pur sempre in maniera eco-sostenibile.

roseslottet, castello di rose, Oslo, Norvegia

OSLOFJORD

Meglio noto come Fiordo di Oslo, il tratto di costa che intercorre tra la capitale norvegese fino al faro di Færder è tra le aree naturalistiche più vive della Nazione. Con circa 100 chilometri di estensione, il fiordo consente a norvegesi e visitatori di esplorare, praticare attività sportive svariate e respirare la tranquillità e il silenzio di un’ecosistema unico e completamente immerso nel verde.

fiordo di Oslo, Oslofjord

COME RISPARMIARE A OSLO

L’unica controindicazione di un viaggio a Oslo è che rischia di diventare insostenibile per i suoi costi. La capitale norvegese è una delle città più care d’Europa e la ricchezza del turismo ha portato il costo della vita a livelli simili a quella degli svizzeri.

Per intenderci: una corsa in tram costa quasi 4 euro, un caffè 3,5 euro e se avete bisogni di andare in bagno mentre passeggiate nel parco Vigeland, dovete pagare un ticket di 15 corone norvegesi, l’equivalente di circa 1 euro e 50 centesimi. Ma come si risparmia a Oslo? Quali sono le mosse giuste da fare per godersi la città con una spesa accettabile?

  • Oslo pass. Con questa tessera avete diritto agli ingressi gratuiti in tutti i musei cittadini e in tutti i mezzi pubblici nell’area urbana. Compresi i traghetti. Inoltre beneficiate di uno sconto in una serie di ristoranti convenzionati.
  • Noleggia una bicicletta. La città è ricca di piste ciclabili attraverso il quale è possibile raggiungere qualsiasi destinazione dentro e fuori della capitale.
  • Viaggia fuori stagione. Nei mesi più gettonati i prezzi subiscono aumenti da capogiro. Organizza una vacanza in un periodo diverso.
  • Street food. Vivi la realtà locale e mangia tra i mercati e gli street food ad Oslo. Risparmierai e assaggerai prodotti tipici locali.
  • Compra locale. Acquista prodotti del luogo ed evita di mangiare in ristoranti o baretti costosi, piuttosto meglio fare la spesa in un alimentare e cucinare in casa.
  • Esplora i Parchi Nazionali. Lanciatevi all’avventura nelle riserve e nelle aree verdi nei dintorni di una Oslo sostenibile che vi consentirà di vivere un’esperienza nella natura e gratis.

PER CONOSCERE LA SCANDINAVIA E LE ALTERNATIVE ECO-SOSTENIBILI:

Share

Nessun commento presente

Che ne pensi?

<