Questo sito contribuisce all'audience di

Non sprecare ambiente: con Google controlli dallo spazio per difendere le foreste

di Posted on
Condivisioni

Unico metodo per misurare la deforestazione con precisione

Per la difesa delle foreste scende in campo anche Google, ponendosi a fianco delle agenzie spaziali. Il gigante del web, che offre immagini satellitari tramite il suo sito su Google Earth, collaborera’ infatti al programma di osservazione e di monitoraggio dello stato di salute delle foreste (e in particolar modo di quelle tropicali messe a rischio da intense attivita’ di taglio degli alberi) coordinato dal Group on Earth Observations (GEO), cui aderiscono 80 Paesi e alcune organizzazioni delle Nazioni Unite.

Attualmente il metodo piu’ efficiente, se non proprio l’unico in grado di misurare con precisione il ritmo della deforestazione in atto e’ infatti l’osservazione spaziale. Che, tra l’altro, permette anche di effettuare, senza margini di errore, valutazioni sugli stocks annuali di assorbimento di carbonio rappresentati dalle superfici forestali, fornendo in tal modo informazioni preziosi sull’andamento del fenomeno del riscaldamento terrestre. Si calcola che attualmente le attivita’ di deforestazione siano responsabili per un quinto delle emissioni totali di gas serra.

In pratica le attivita’ di tele-rilevazione, monitoraggio e mappatura delle foreste saranno eseguite dalla NASA, dall’Agenzia spaziale europea (ESA) e dalle agenzie spaziali di Giappone, Germania, Italia, India e Brasile. Google si porra’ a fianco di questo lavoro con un suo programma specifico di osservazione le cui modalita’ saranno rese note nel prossimo novembre.