Questo sito contribuisce all'audience di

A Roma è stato realizzato un maxi murales in grado di assorbire lo smog (video)

Si chiama 'Hunting pollution' ed è stato realizzato in via del Porto Fluviale nel quartiere Ostiense. Oltre ad essere molto bello, grazie a una speciale eco-vernice, riesce a 'ripulire l’aria' come farebbe un bosco di trenta alberi

Condivisioni

MURALES ANTISMOG ROMA

Un murales che abbellisce la città e allo stesso tempo ‘cattura lo smog‘. Si chiama ‘Hunting pollution‘ ed è stato realizzato a Roma, in via del Porto Fluviale nel quartiere Ostiense. Nato grazie all’impegno del collettivo Yourban2030, che promuove l’arte di strada e la cultura green, copre 100 metri quadrati di un palazzo d’angolo su una strada molto frequentata. L’artista che lo ha realizzato è lo street artist Iena Cruz, pseudonimo di Federico Massa, che per dipingerlo ha utilizzato una vernice speciale che sfrutta la tecnologia ‘air lite‘, capace di ‘ripulire l’aria’ come farebbe un bosco di trenta alberi.

LEGGI ANCHE: Spazi condivisi in città: un nuovo (e virtuoso) modello di mobilità urbana

HUNTING POLLUTION

L’opera, che salta subito agli occhi grazie a dei colori particolarmente sgargianti, rappresenta un airone tricolore, una specie realmente esistente che giornalmente combatte contro il rischio di estinzione. Un vero e proprio simbolo per città come Roma che sono alla continua ricerca di soluzioni per sfuggire alla morsa dell’inquinamento urbano. A tal proposito il murales può segnare un segnale positivo, considerando anche che quello comparso nella capitale è il murales ‘green’ più grande d’Europa. Ora l’obiettivo del collettivo è realizzare opere di questo tipo in tutto il mondo con progetti di ampio respiro internazionale, attraverso sinergie e collaborazioni con altri Paesi e il coinvolgimento di artisti di fama mondiale.

YOURBAN2030

‘Hunting pollution’ riesce in questo piccolo miracolo green grazie a una speciale eco-vernice in grado di abbattere gli inquinanti atmosferici. Nello specifico, l’energia solare colpendo il murales attiva un processo simile alla fotosintesi clorofilliana delle piante, che genera una reazione ossidante con cui vengono catturate e distrutte le sostanze inquinanti presenti nell’aria. Alcuni test, spega il collettivo Yourban2030,dimostrano che ‘air lite’ riesce a ridurre sino all’88,8% l’inquinamento atmosferico, eliminando batteri, neutralizzando gli odori e respingendo polvere e sporcizia.

Le foto sono tratte dalla pagina Facebook di Yourban2030.

COME RINASCONO LE NOSTRE CITTÀ