Questo sito contribuisce all'audience di

Multe salate in tutta Italia per chi butta le cicche di sigaretta

di Posted on
Condivisioni

La stagione della guerra alle cicche di sigaretta prima era concentrata in estate. E le campagne lanciate contro chi abbandonava i mozziconi riguardavano soprattutto la difesa delle spiagge e degli arenili e di tutti gli altri luoghi "sensibili", invasi e infestati da turisti e bagnanti fumatori.

Ma a quanto pare ora la lotta si allarga a tutto l’anno e coinvolge varie amministrazioni comunali. In prima linea Trento, che colpisce duramente chi sgarra, ma la stessa linea è tenuta anche da tanti altri comuni italiani, a quasi tutte le latitudini.

Multe e sanzioni pesanti sono previste anche a Parma, Firenze, il comune di Cornedo (nel vicentino), a Ferrara e Lecce come a Pollica. Ricostruisce la mappa degli interventi anti cicche un servizio di Repubblica, che dettaglia pure sull’entità delle punizioni previste lungo la nostra Penisola: fino a mille euro nel comune della provincia di Salerno del povero sindaco Angelo Vassallo, ucciso alcuni mesi fa per la propria azione di difesa del territorio, che aveva replicato politica e sanzioni applicate a Singapore; e poi 500 a Trento, 300 a Parma, 150 a Firenze.

A Cornedo si usano le telecamere per beccare chi butta le cicche, ma la preoccupazione generale sul tema non è da considerare eccessiva o ossessiva. In Italia si stima finiscano per terra nell’arco di un anno circa 72 miliardi di mozziconi, per circa 21.600 tonnellate di peso; altro dato illuminante, il 40 per cento del volume dei rifiuti recuperato nel Mediterraneo è composto da filtri di sigarette.

Il motivo di tanta attenzione è anche economico: rimuovere completamente i mozziconi da tutti i buchi e gli anfratti in cui vanno ad infilarsi e particolarmente costoso e  ci sono amministrazioni, come quella di Ferrara che, causa cicche, arrivano a pagare il triplo per la pulizia delle strade. per non dire dei riflessi sull’ambiente : i filtri delle sigarette ci mettono 5 anni per sparire, qualcosa meno in acqua.

Inoltre, il clima probizionista emergente nel nostro paese non è una rarità ma la regola. Tutti rendono la vita dura al fumatore che butta via le cicche senza curarsi di nulla: a Parigi la multa è di 35 euro, a Rotterdam 100 euro, a Barcellona vengono puniti anche gli automobilisti sorpresi a gettarle dal finestrino.

Virgilio Go Green