Questo sito contribuisce all'audience di

Cellulari, tutti i materiali che contengono. E che possono essere facilmente riciclati

Rame, ferro, cobalto e litio. Ma anche oro e argento. In un telefonino non manca davvero nulla, e il 96 per cento può essere recuperato. Se pensate che ognuno di noi, in media, ne ha tre chiusi in un cassetto…

Condivisioni

METALLI CONTENUTI NEI CELLULARI –

Ognuno di noi, in media, ha tre vecchi cellulari chiusi in un cassetto. Non sa bene che cosa farsene, e quindi preferisce lasciarli buttati in un tiretto di casa. Uno spreco assoluto. E anche il frutto della cattiva conoscenza di due cose. La prima: il 96 per cento dei materiali che compongono un telefonino può essere facilmente riciclato. La seconda: in ogni cellulare c’è un piccolo tesoro. Scopriamolo nei dettagli e vediamo come vengono riusati, se il cellulare è ben smaltito.

LEGGI ANCHE: Cellulare da cambiare, tre modi semplici per riciclarlo

COME RICICLARE I VECCHI CELLULARI –

I circuiti interni del telefonino, per esempio, contengono 10 grammi di rame. Riusato, serve a produrre cavi elettrici, aspirapolveri, asciugacapelli e pezzi di automobili.

Nello schermo a cristalli liquidi si nasconde 1 grammo di terre rare, metalli preziosi e poco conosciuti: cerio, lantanio, terbio e disprosio, etc… Sono molto costosi, oltre che rari, e una volta recuperati possono essere riutilizzati nei circuiti di produzione di apparecchiature high tech o per fare schermi a batterie.

Nei circuiti interni non manca l’oro: 0,024 grammi, che viene impiegato in gioielleria o rivenduto sotto forma di lingotti. E dalla scheda si possono recuperare 11 grammi di ferro, da fornire all’industria siderurgica ed alle aziende che producono materiali
per la pavimentazione. Sempre nella scheda ci sono 0,30 grammi di argento: può essere riciclato per pomate mediche, in gioielleria e nell’industria metallurgica. Infine, la batteria contiene 3,5 grammi di cobalto e 0,6 di litio, da usare per fare nuove batterie. E il 50 per cento di un cellulare è plastica, pari a 65 grammi, che, una volta riciclata, ha una seconda vita nell’edilizia sotto forma di tubi e guaine.

PER APPROFONDIRE: Come evitare le radiazioni del cellulare

LEGGI ANCHE: