Questo sito contribuisce all'audience di

Internet Explorer 9, più velocità e più privacy

di Posted on
Condivisioni

GLI UTENTI di Windows 7 e Windows Vista possono scaricare la nuova versione di Internet Explorer, il software per la navigazione in Internet di Microsoft. IE9 arriva sul mercato due anni dopo Explorer 8 con il preciso obiettivo di recuperare il terreno perduto rispetto ai prodotti concorrenti, Chrome di Google e Firefox di Mozilla in primo luogo. Pur essendo sempre il browser più utilizzato al mondo, da anni Explorer perde utenti. Secondo i dati di Netapplications è oggi usato dal 56,7 per cento dei navigatori: due anni fa era al 70 per cento, tre anni fa quasi all’80. E poiché il browser, grazie alla diffusione delle cosiddette applicazioni Web, è la chiave di accesso a software e servizi del futuro, è importante competere con chi su quei software e servizi sta puntando gran parte dei suoi business (come fa Google).

Non sappiamo se questa nuova versione basterà a fermare l’emorragia di utenti, ma di sicuro renderà più vivace la competizione. IE9 non ha la ricchezza di applicazioni aggiuntive di Firefox e la maggiore velocità vantata rispetto a Chrome si misura con difficoltà a occhio nudo, ma è un software moderno, con un’interfaccia pulita ed essenziale e con tecnologie nuove di zecca che migliorano performance di navigazione e privacy degli utenti.

Performance. IE9, soprattutto nei computer più moderni, è un browser veloce: le pagine Web si aprono in minor tempo e le applicazioni Web più complesse, Google Maps o Hotmail, si usano in modo

fluido. Microsoft ha ottenuto questi risultati in due modi: per prima cosa IE9 usa per gestire grafica, video e testo della pagina non il processore principale, ma il processore grafico, che nei computer moderni è potente e spesso sottoutilizzato. In secondo luogo ha riscritto e reso più reattiva la parte del software che si occupa di leggere il linguaggio Javascript, quello che rende le applicazioni accessibili nel browser molto simili a quelle tradizionali.

Interfaccia. IE9 si adegua all’interfaccia resa popolare da Google Chrome, di cui ricalca molte soluzioni. I pulsanti per navigare avanti e indietro, la casella per digitare l’indirizzo e i pulsanti per accedere alle funzioni sono visualizzati in un unico livello: il browser diventa una semplice cornice e lo spazio per i siti visitati diventa più ampio. Come già in Chrome, anche in Explorer la casella degli indirizzi è multi-funzione: si usa per avviare una ricerca su Google, Bing o altri, per scorrere la cronologia dei siti già visitati o per accedere ai siti preferiti. Ritoccati anche gli avvisi all’utente (quando si blocca una popup, quando si vuole salvare una password), visualizzati adesso in una barra di notifica a fondo pagina.

Privacy. Buone notizie per la privacy degli utenti. IE9 integra un sistema, chiamato "Protezione da monitoraggio" in grado di bloccare quei siti Web che monitorano, in modo anonimo, i comportamenti degli utenti, in genere per finalità statistiche o pubblicitarie. Il sistema non è attivato in via predefinita, ma ogni utente potrà caricare nel browser la lista di quei siti o servizi che intende bloccare. La soluzione, che Microsoft vorrebbe certificare anche come standard comune, è destinata a far discutere poiché ha come primo obiettivo i servizi di pubblicità online: primo fra tutti, ancora, Google.

Integrazione con Windows. Anche Microsoft ha introdotto in IE9, ma in modo tutto suo, la modalità "Web App", la funzione che consente di salvare sul desktop (ma anche nel menu di Windows) un’icona di un sito Web e di "avviare" il sito come se fosse un software tradizionale. Visitate spesso, mettiamo, Facebook? Basta agire sull’icona degli strumenti del browser per aggiungere il sito direttamente al menu Start di Windows e avviarlo direttamente da lì. Gli utenti di Windows 7 potranno aggiungere l’icona di un sito anche alla barra delle applicazioni e accedere, con un clic destro su quell’icona, ad una serie di collegamenti veloci: su Facebook si può accedere alla propria casella di posta, alla bacheca e così via.

Supporto agli standard. Programmatori e web designer possono ritenersi soddisfatti: nel nuovo Explorer sono supportati i più moderni standard di progettazione per siti e servizi Web. La principale di queste va sotto il nome di HTML5 e comprende un set di nuove tecnologie che renderanno i siti Web sempre più simili a software, per funzionalità e usabilità. Per gli utenti si traduce in un migliore qualità delle applicazioni Web.
Windows Internet Explorer 9 si può scaricare utilizzando il servizio Windows Update o navigando sul sito di Microsoft dedicato al software 1. Come ampiamente annunciato, Explorer 9 non è disponibile per Windows XP.