Questo sito contribuisce all'audience di

A Milano trenta “sciure” fanno ‘nodi’ artistici con gli avanzi delle stoffe (foto e video)

Maria Francesca Rodi ha avviato un progetto a cui hanno aderito alcune anziane signore che vivono nelle case di Aler nella zona tra Romolo e la Barona, a Milano. Lo scopo, attraverso l’arte, è creare relazioni virtuose tra le persone, in un contesto spesso abbandonato come le periferie

Condivisioni

IL NODO LE NONNE CHE FANNO ARTE

Trasformare gli avanzi delle stoffe in opere d’arte performativa. È questa la missione de “Il Nodo” un progetto che ha mobilitato trenta “sciure” (ossia anziane signore in dialetto lombardo) della periferia milanese che si prestano ad azioni collettive durante le quali srotolano gomitoli di stoffa per creare nodi sociali. L’iniziativa nasce dall’impegno e dal genio creativo di Maria Francesca Rodi che, attraverso questo progetto, cerca di creare relazioni virtuose tra le persone, in un contesto spesso abbandonato come le periferie. Le trenta signore che partecipano a il “Il Nodo”, infatti, sono residenti nelle case popolari di Aler nella zona tra Romolo e la Barona, a Milano.

LEGGI ANCHE: Girasoli giganti, con colori meravigliosi. L’orto dei miracoli di due pensionati (foto) 

NONNE ALER MILANO

Finora il progetto ha pienamente raggiunto l’obiettivo, riuscendo a produrre istillazioni artistiche di livello, per realizzare le quali è stato necessario aggregare varie anime del quartiere. Grazie alla vitalità delle “sciure”, ad esempio, è stato possibile dare vita a un’intricata installazione temporanea nel giardino del villaggio Barona, dove gli alberi sono stati collegati tra loro con i gomitoli di stoffa che le signore in precedenza si erano premurate di lavorare.

PROGETTO ARTISTICO MARIA FRANCESCA RODI

Il Nodo” si inserisce all’interno di Insieme Project, un programma di intervento artistico-sociale che si propone di sensibilizzare la popolazione attraverso un percorso che permetta di approfondire il rapporto tra etica e cultura. Un obiettivo che Maria Francesca Rodi e le sue “sciure” riescono a raggiungere grazie a un grande impegno e a un’energia che fa invidia ai più giovani. E le istallazioni artistiche con la stoffa riciclata non sono l’unica attività che le tiene occupate, in questi mesi infatti si sta avviando un progetto per far nascere orti sui tetti dei palazzi di via Russoli, sul modello di quello che le signore già curano sul tetto dell’edificio del Superstudio, sempre a Milano.

Le foto sono tratte dalla pagina Facebook Maria Francesca Rodi Art.

I PENSIONATI FANNO RINASCERE I QUARTIERI

Nessun commento presente

Che ne pensi?