Rifiuti sulla sabbia - Non sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Il pensionato Ulisse sulla spiaggia in Sardegna: blocca gli incivili e raccoglie i rifiuti (foto e video)

Ulisse Piddiu, 68 anni, operaio di Carbonia in pensione, blocca un turista incivile che scarica a mare l'olio di una scatoletta di tonno. Quando va al mare, con il nipote Federico, pulisce la spiaggia. E se a fare come Ulisse fossimo in tanti?

di Posted on

RIFIUTI SULLA SABBIA

Un uomo semplice, un operaio pensionato che da quando è nato ama la natura. E la rispetta. Ulisse Piddiu, 68 anni, sul web è diventato un simbolo, e questo dovrebbe farci riflettere tutti. Come mai? Sulla spiaggia di Porto Pinette, nel comune di Sant’Anna Arresi, in Sardegna, Ulisse si è indignato. E ha reagito alla sua maniera, senza violenza, ma con molta fermezza per rimproverare e fermare un turista incivile, capace di gettare in mare l’olio rimasto di una scatoletta di tonno.

LEGGI ANCHE: La bella iniziativa di un pensionato siciliano per liberare la spiaggia dai mozziconi di sigaretta

ULISSE PIDDIU

Qualcuno ha ripreso la sfuriata di Ulisse Piddiu, diventata così un video virale, molto apprezzato dal popolo della Rete. E si è scoperto che Ulisse spesso, e come tanti volontari non solo in Sardegna, fa un giro di ricognizione sulla spiaggia, accompagnato dal nipote Federico, e raccoglie i rifiuti abbandonati dagli ospiti che hanno davvero perso il senso della misura. Pannolini, assorbenti, bottiglie e bicchieri di plastica, cotton fioc.

In quella spiaggia, quando era giovane Ulisse andava con in compagni di scuola a fare del campeggio. In mezzo alle dune giravano i conigli, il mare era pieno di pesci e loro prendevano i polipi con le mani. Adesso i pesci sono scomparsi, nella spiaggia sono arrivati i pannolini sporchi dei bambini, ma Ulisse continua a vivere come una persona normale che ama davvero la natura, e la difende, tutti i giorni. Bloccando gli incivili, e mettendosi in gioco in prima persona.

PER APPROFONDIRE: Turisti incivili, non possono diventare i padroni, impunti, d’Italia

Pensateci un attimo: se a farlo fossimo in tanti, e non solo Ulisse?

(Fonte immagine e video: Corriere della Sera)

STORIE DI CHI DIFENDE LA NATURA IN PRIMA PERSONA:

Shares