Questo sito contribuisce all'audience di

Il governo promette: differenziata al 65 per cento entro tre anni

di Posted on
Condivisioni

Prima di consegnare i premi Non Sprecare, ieri al Festival della Scienza di Genova ho avuto un dialogo pubblico con il sottosegretario all’Ambiente, Tullio Fanelli. E sono venute fuori alcune novità che vi riferisco. Innanzitutto il governo italiano è preoccupato di una grave tendenza che arriva dagli Stati Uniti: i problemi dell’ambiente, dall’inquinamento ai gas serra fino ai mutamenti climatici, sono scomparsi dal dibattito tra i candidati per la Casa Bianca. Né Obama né Romney ne hanno voluto parlare, come se toccare questi temi in un periodo di Grande Crisi sia pericoloso e controproducente rispetto alle decisioni degli elettori. "Speriamo che sia solo una parentesi legata alla paura del voto", ha detto Fanelli. Speriamo.

LEGGI ANCHE: I trionfatori della terza edizione del Premio Non Sprecare

Quanto ll’Italia, il sottosegretario ci ha comunicato in anteprima che la raccolta differenziata nell’ultimo anno è salita attorno al 40 per cento, una cifra ancora molto lontana dall’obiettivo fissato dall’Unione europea del 65 per cento. Ma la novità riguarda il futuro.
ha promesso Fanelli. Speriamo che la promessa venga mantenuta. Infine un annuncio: il governo pensa di introdurre una cauzione di 0,25 centesimi per ogni bottiglia di plastica acquistata.

LEGGI ANCHE: Il Governo vuole una cauzione sulle bottiglie di plastica

Sono soldi che poi verranno restituiti ai consumatori quando riconsegneranno le bottiglie di plastica una volta finita l’acqua. Con questo meccanismo, secondo Fanelli, dovrebbe finire lo scempio della plastica gettata nei cassonetti, nelle discariche, a mare e nei fiumi. Il governo conta di riuscire a introdurre la cauzione prima della fine della legislatura.. Speriamo che ci riesca.