Guarnizioni per finestra: come evitare sprechi | Non Sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Guarnizioni per finestra: come evitare sprechi

Un buon isolamento delle finestre contribuisce a ridurre i consumi di elettricità e di gas. I migliori pannelli sono quelli in plexiglass. Come si montano

Le guarnizioni per finestra diventano preziose per conservare, e non sprecare, il fresco all’interno della casa generato da un condizionatore. Evitando così dispersione di energia, e risparmiando con la bolletta. Ma come funzionano le guarnizioni per finestra? Quali sono i diversi tipi? Con quale materiale si realizzano? E come si installano?

GUARNIZIONI PER FINESTRA

Gli sprechi a volte possono dipendere dall’utilizzo di materiali isolanti di bassa qualità o poco efficaci. In estate siamo tutti abituati ad avere un condizionatore portatile o fisso in casa. Ma a seconda del modello, sarà necessario praticare un foro nella parete, per i fissi, o far passare il tubo di scarico per la finestra, se si possiede un tipo portatile.

Ma se nel primo caso il foro è permanente e non intacca gli infissi, nel secondo la questione è più complessa e necessita di azioni mirate. Essendo infatti un elettrodomestico trasportabile, non può per sua natura avere uno scarico fisso. Questo comporta che in ogni ambiente dovrà essere posizionato in prossimità di una finestra, in maniera tale da consentire all’acqua di condensazione di fluire verso l’esterno.

Ed è qui che entrano in gioco le guarnizioni per condizionatore portatile. Queste non sono altro che supporti in materiale plastico o in simil plexiglass che consentono di praticare un foro all’interno ed evitare che la finestra debba essere lasciata socchiusa o peggio aperta per ospitare il tubo di scarico. In questa maniera, il tubo può essere agganciato alla guarnizione e dissipare correttamente il calore all’esterno.

guarnizioni per finestre in plexiglass

LEGGI ANCHE: Famiglie sostenibili, come imparano a non sprecare energia, acqua e cibo

UTILITÀ GUARNIZIONE PER FINESTRA

Le ragioni per istallare guarnizioni di qualità e in grado di isolare al meglio gli ambienti si traducono prevalentemente nel:

  • Risparmiare sulle utenze energetiche
  • Aiutare nell’abbattere i consumi
  • Consentire un maggior isolamento termico
  • Evitare escursioni termiche interne

Infatti, un buon isolamento delle finestre contribuisce ad un dispendio minore di elettricità. Se il condizionatore dissipa il calore attraverso il tubo, ma l’aria calda torna indietro dalla finestra, il condizionatore dovrà restare in funzione per maggior tempo. È per questo che il condizionatore portatile a volte non riesce a raffreddare gli ambienti come sperato.

Con un corretto isolamento degli infissi invece e più in particolare delle finestre, è possibile espellere il calore all’esterno dell’abitazione. Pertanto, più una guarnizione riesce ad isolare, maggiore sarà l’efficacia del raffreddamento.

TIPI DI GUARNIZIONI PER FINESTRA

Esistono diverse tipologie di guarnizioni adattabili e studiate a seconda del tipo di finestra e dell’uso che se ne fa. Ad esempio, se si ha a che fare con un condizionatore a parete, basteranno anche delle semplici guarnizioni in tessuto o in gomma. Mentre, per un condizionatore portatile le guarnizioni per finestra presentano caratteristiche più specifiche. In particolare, queste si differenziano in tre gruppi principali:

  • Pannello su telaio
  • Guarnizioni in tessuto
  • Guarnizioni in velcro
  • Kit regolabile per finestre scorrevoli

I pannelli in plexiglass applicati su telaio sono i migliori in circolazione, e seppur siano leggermente più difficili da istallare rispetto agli altri nella lista, garantiscono un’ottima qualità, una buona capacità di insonorizzazione e sono perfetti anche dal punto di vista estetico. In particolar modo, sono il top di gamma per l’isolamento e quindi anche le soluzioni migliori per risparmiare elettricità.

Le guarnizioni in tessuto e in velcro invece sono semplici da istallare, ma sono meno funzionali per tutti gli altri punti di vista. L’isolamento è minore rispetto ad un pannello plastico o di plexiglass e per quanto riguarda l’estetica non si ottengono gli stessi parametri di qualità dell’alternativa precedente.

Quanto al set di guarnizioni per finestre scorrevoli, queste si posizionano al centro tra i pannelli sul telaio e le guarnizioni in tessuto. Sono facili da montare, hanno un impatto visivo inferiore rispetto al velcro e hanno una buona qualità di materiali. Questo gli garantisce ottime capacità di isolamento e insonorizzazione.

guarnizione per finestra per condizionatore portatile

LEGGI ANCHE: Breve guida ai materiali per l’isolamento termico per la casa

PLEXIGLASS PER GUARNIZIONI PER FINESTRA

Per ovviare agli sprechi d’energia dovuti al condizionare portatile, il plexiglass GS è un’ottima soluzione. La sigla GS indica che il prodotto è ricavato da una fusione di materiali. Ciò gli consente di ottenere una qualità più elevata rispetto all’estruso. E in particolar modo, perché quest’ultima tipologia di plexiglass presenta maggiori irregolarità ed è più opaco rispetto ad una lastra lavorata.

Aumentando la qualità, si può anche ricorrere ad un pannello di policarbonato, che resiste meglio agli urti e non scolorisce nel tempo. Infine, l’HPL Trespa, pannello laminato ad alta pressione, è di certo la guarnizione per finestre più performante e resistente. Il materiale è utilizzato per le facciate esterne delle case e ha una resistenza maggiore ai graffi e agli urti.

COME SI INSTALLANO LE GUARNIZIONI PER FINESTRA

Ad ogni finestra corrisponde un metodo di installazione differente che può richiedere uno sforzo maggiore o minore. Istallare guarnizioni su finestre scorrevoli è relativamente più semplice. Infatti, basta aprire la finestra, inserire il pannello nel telaio e richiudere la finestra fino all’arresto. Il pannello così facendo sarà saldamente inserito al suo interno e rimarrà in posizione. A questo punto sarà sufficiente agganciare il tubo di scarico al foro.

Mentre, per una finestra ad apertura laterale o superiore, il pannello viene fissato all’interno del telaio con alamari che lo sostengono nella giusta posizione. Per soluzioni più durature, potranno essere anche fissati al telaio delle finestre.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Share

Nessun commento presente

Che ne pensi?

<