Fare sport da anziani - Non sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Giuseppe Ottaviani ha più di cent’anni e batte i record di salto il lungo (video)

Campione di atletica leggera, continua ad infrangere record nonostante la sua veneranda età. Il suo segreto sta tutto nell’entusiasmo e nella curiosità di andare oltre i propri limiti senza mai esagerare. Anche perché a una certa età “se non c’è il cervello che comanda i muscoli non si muovono”

Giuseppe Ottaviani ha 103 anni, e letteralmente corre contro il tempo. Ha una pagina Wikipedia, e una voce nel Guinness dei Primati come primo e unico centenario al mondo a praticare la disciplina del salto triplo nella categoria Master. A settant’anni ha scoperto l’agonismo e trent’anni dopo continua a praticare sport tutti i giorni tanto da essere diventato un vero e proprio monumento vivente dell’atletica leggera italiana, tanto da essere insignito dell’onorificenza di Commendatore della Repubblica per meriti sportivi.

LEGGI ANCHE:Lo sport che più allunga la vita è il tennis. Inoltre aiuta a dimagrire, rafforza i muscoli e il cuore

FARE SPORT DA ANZIANI

Ma Giuseppe, 103 anni e 226 giorni, ormai ha una nutrita collezione di record e medaglie: solo durante i Campionati Mondiali indoor di Budapest del 2014 è arrivato a mettersi al collo 10 medaglie d’oro, diventando l’atleta master con più medaglie d’oro conquistate in un’unica manifestazione internazionale. Ancora prima, nel 2012, ottiene il record del mondo al coperto nel salto triplo con 4,37 m superando  la soglia dei 4 metri. Nel febbraio 2017, poi, ai Campionati italiani master di Lanci, ad Ancona, Giuseppe Ottaviani ha certificato il record del mondo nel salto in lungo, migliorando di 16 centimetri il limite che aveva stabilito con un metro e otto centimetri durante la stagione precedente.

Il centenario dei record, però, non ha intenzione di fermarsi: nel settembre del 2019, ai Campionati europei master di atletica tenutisi a Jesolo, ha saltato in lungo per 66 centimetri, un primato assoluto nella categoria over 100 anni.

GIUSEPPE OTTAVIANI

Dopo 50 anni passati sulla sedia da sarto, militare nell’Aeronautica di stanza a Torino durante la seconda guerra mondiale, la curiosità di fare sport in età avanzata gli è venuta quasi per caso, iniziando ad accompagnare un caro amico a vedere i figli fare sport, rendendosi conto che lì, sul campo di allenamento, c’erano atleti della sua età o addirittura più anziani.  Così ha deciso di scendere in campo anche lui. Oggi pratica 10 diverse discipline di atletica tra cui il lancio del peso, del disco, il giavellotto, le tre corse di 60, 100 e 200 metri. Di sé, con molta modestia, dice di non essere un fenomeno. E quando gli si chiede come mai gareggi con tale tenacia e costanza, risponde che lo fa per un motivo semplice, perché si diverte, e perché l’atletica è gioia.

PER APPROFONDIRE: Il segreto della longevità: dieta corretta, stile di vita sano e tanto ottimismo

ATLETA PIÙ ANZIANO D’ITALIA

Giuseppe Ottaviani è l’atleta più anziano d’Italia, e uno dei più anziani del mondo, in compagnia del nipponico Hidekichi Miyazaki e lo statunitense Ed Whitlock,ma fino ai 50 anni, afferma, era pigro e fumava.

Per la sua longeva età non ha un segreto particolare, ma, dopo aver iniziato la pratica dell’atletica, ha smesso di fumare. A tavola beve sempre un bicchiere di vino sempre con un goccio d’acqua. Gli allenamenti, ovviamente, non sono intensivi,  perché le forze non sono più quelle di una volta e bisogna sapersi gestire. Per prepararsi per le gare va, a giorni alterni, o in palestra o al campo di atletica all’aperto di Fano, partendo da Sant’Ippolito, il paese marchigiano degli scalpellini, orgoglioso del suo coincittadino dei record.

Viste le prestazioni sportive, se non ci fosse la carta di identità nemmeno Giuseppe stesso si renderebbe conto di avere un secolo. Proprio perché il suo unico, vero segreto di longevità ed efficienza non è il fisico ma la testa: “se non c’è il cervello che comanda – ha dichiarato in una recente intervista – i muscoli non si muovono. Servono entusiasmo e concentrazione”.

(Immagine in evidenza tratta dalla pagina Wikipedia di Giuseppe Ottaviani)

STORIE DI ANZIANI STRAORDINARI:

Shares