Questo sito contribuisce all'audience di

Energia verde: come richiedere un prestito fotovoltaico

Condivisioni

L’installazione di un impianto fotovoltaico comporta una spesa iniziale piuttosto onerosa ma, nel medio-lungo periodo, può assicurare numerosi vantaggi soprattutto in termini di risparmio energetico e rispetto per l’ambientale. Anche in assenza di liquidità, si può passare all’energia “verde” richiedendo un prestito personale per il fotovoltaico.

Al momento sono molti gli istituti (banche e finanziarie) che offrono prestiti volti a finanziare gli impianti per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili. I prestiti per il fotovoltaico sono una valida opportunità per tutti coloro che desiderano risparmiare sul costo dell’energia, ma non dispongono di denaro sufficiente per sostenere l’investimento.

LEGGI ANCHE: Paola Ronca: è tempo di un’edilizia sostenibile

In particolare, i finanziamenti di questo tipo coprono le spese per l’acquisto e l’installazione di pannelli solari (generano acqua calda) e di pannelli solari fotovoltaici (generano energia elettrica). Con i prestiti per il fotovoltaico si possono finanziare anche gli impianti geotermici, che prevedono l’installazione di apposite sonde nel sottosuolo terrestre, gli impianti eolici, che sfruttano l’energia del vento, e le biomasse, che impiegano sostanze di origine animale e vegetale.

I prestiti per il fotovoltaico sono concessi a tassi agevolati e, spesso, coprono anche fino al 100% delle spese. Per usufruire di questi finanziamenti non sono richieste particolari garanzie: è sufficiente disporre di una fonte di reddito stabile (busta paga o pensione). Installando impianti volti al risparmio energetico è inoltre possibile usufruire di detrazioni fiscali concesse dal Governo.