Questo sito contribuisce all'audience di

Econviene, la piattaforma che vende farmaci da banco, integratori alimentari e cosmetici a metà prezzo

Confezioni danneggiati. Prodotti prossimi alla scadenza. Ultimi pezzi da fine stock. Una piattaforma che trasforma in attività commerciale lo spreco di una serie di articoli in vendita nelle farmacie. Ovviamente tutti in regola con le leggi

Condivisioni

ECOCONVIENE

Confezioni leggermente danneggiate. Prodotti prossimi alla scadenza. Ultimi pezzi da fine stock. Sulla base di queste premesse, che ricordano molto da vicino la lotta allo spreco di cibo perfettamente commestibile e destinato invece alla spazzatura lungo la filiera alimentare, Econviene si presenta sul web come il sito che consente di evitare lo spreco di integratori alimentari, prodotti per neonati e per la cosmetica, farmaci da banco. Tutto viene offerto con uno sconto attorno al  50 per cento e con il titolo «Zero spreco». Alberto Monico, 59 anni direttore tecnico della società e iscritto all’ordine dei farmacisti di Padova; Diego Zancarini, esperto professionale in ambito commerciale, Giuliano Filippi presidente della compagine sociale e Federico Zancarini, esperto informatico, hanno creato la start-up Aldigiù Srl con l’obiettivo di ridurre sensibilmente sia lo spreco di farmaci etici (somministrabili cioè con prescrizione medica) che da banco, sia di prodotti di cosmesi e di bellezza, di igiene e cura della persona.

LEGGI ANCHE: Perché sprechiamo un miliardo di euro l’anno rifiutando gli ottimi farmaci generici?

EVITARE LO SPRECO DI FARMACI

Ecco le parole di Giuliano Filippi, uno dei fondatori della start-up : “Conoscendo da anni il mercato della distribuzione  farmaceutica   e le sue dinamiche, sappiamo bene come in ogni snodo della filiera sia presente il fenomeno negativo dello scarto di  prodotto e,   quindi, del suo spreco”. Proprio dal bisogno di dare una svolta al mondo dei prodotti per il benessere con il messaggio forte  e chiaro “STOP allo spreco”, nasce Econviene. Ogni anno nel nostro Paese milioni di scatole di medicinali vengono distrutte per differenti motivi: danneggiamento della confezione stessa (come piccoli difetti di stampa), scadenza inferiore ai sei mesi (con la conseguenza che le farmacie non ritirano più questi prodotti dai grossisti) oppure fine stock (prodotti che operatori del settore farmaceutico hanno deciso di dismettere per motivi commerciali).

LEGGI ANCHE: Lo spreco dei medicinali si può ridurre, e tanto, se tutti i farmacisti si decidono a collaborare

PIATTAFORMA FARMACI DA BANCO

Negli ultimi anni si è assistito ad un sensibile aumento della vendita on line, e proprio per questo Aldigiù Srl ha deciso di utilizzare tale canale di vendita, proponendo sul proprio sito www.econviene.it tutti prodotti provenienti da fonti ufficiali, immagazzinati e conservati secondo le normative vigenti e passati sotto il controllo del team di Econviene per garantire al consumatore il rispetto degli standard.

Il progetto è in concorso per l’edizione 2018 del Premio Non Sprecare. Per conoscere il bando e partecipare vai qui!

Se il progetto ti è piaciuto condividilo su Facebook, Twitter e G+

CANDIDATI AL PREMIO NON SPRECARE EDIZIONE 2018:

  1. Kloters, la maglietta che ingoia lo smog prodotto da due automobili in città (foto)
  2. Livelux di Alessandro Martini, l’artigiano fiorentino che crea punti luce a basso consumo dai rifiuti
  3. A Cameri la scuola record in Italia: l’80 per cento degli alunni arrivano la mattina con la bicicletta
  4. L’Arsenale dell’accoglienza, le famiglie lombarde che accolgono giovani soli. E si finanziano vendendo bomboniere (foto)
  5. Round Table, il club di professionisti e imprenditori che lottano per eliminare gli sprechi di cibo
  6. 3Bee, un dispositivo elettronico che protegge gli alveari da pesticidi e parassiti
  7. Chimera, l’azienda che crea un fertilizzante naturale dal letame dei polli. Utile anche per produrre elettricità
  8. Cannucce senza plastica, l’alternativa di un barman: farle con un particolare tipo di pasta, le zite