Demetra JA, l’azienda per non sprecare acqua | Non sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Demetra JA, l’azienda per non sprecare acqua creata in una scuola da ragazzi tra i 16 e i 18 anni

Il progetto è nato presso L’Istituto tecnico tecnologico Ettore Majorana di Milazzo, in provincia di Messina. Impianti per il recupero dell’acqua piovana alimentati solo da pannelli solari

di Posted on

Una start up per ridurre gli sprechi di acqua, migliorare l’efficienza energetica degli edifici, recuperare ciò che arriva naturalmente attraverso le piogge: tutto attraverso la leva di una scuola, l’Istituto Ettore Majorana di Milazzo, in provincia di Messina.

DEMETRA JA

Demetra JA punta a essere un’azienda di impiantisca per progettare, realizzare e installare sistemi di irrigazione basati sul recupero dell’acqua piovana e sulla riduzione delle microplastiche. In pratica l’acqua che arriva attraverso la pioggia viene immagazzinata in grandi serbatoi, attraverso griglie di scolo sistemate direttamente sul suolo oppure tubi collegate alle grondaie delle case. Grazie a un microcontrollore che controlla in tempo reale la temperatura e il livello di umidità del terreno, viene azionata una pompa sommersa che espelle l’acqua raccolta nei serbatoi tramite un impianto di irrigazione a goccia o un classico impianto a pioggia.

LEGGI ANCHE: Due scuole a Milano insieme per autoprodurre energia. E darla gratis anche al quartiere

ISTITUTO ETTORE MAJORANA E DEMETRA JA

La cosa particolare del progetto Demetra JA è che si tratta di una start up nata all’interno di una scuola, l’Istituto tecnico e tecnologico Ettore Majorana di Milazzo, in provincia di Messina. Il sistema, alimentato al 100% da pannelli fotovoltaici, è stato realizzato da un gruppo di ragazzi in età compresa tra i 16 e i 18 anni, coordinati dal professore di Elettrotecnica e applicazioni, Giovanni Mancuso. E tutta la prima linea di Demetra JA è formata da giovani: Antonio Cartaregia, amministratore delegato, Francesco Pellino, direttore operativo, Samuele Currò, direttore finanziario e Francesco Formica, responsabile delle risorse umane.

Il progetto è candidato al Premio Non Sprecare 2022, nella sezione “Scuole”. Per candidare i vostri progetti, seguite le istruzioni fornite qui.

L’immagine di copertina è tratta dalla pagina Facebook di Demetra JA

I PROGETTI IN CONCORSO PER IL PREMIO NON SPRECARE:

  1. Green Breath: piante per pulire l’aria
  2. Fukushima punta al solare con un’azienda italiana
  3. L’azienda agricola Bosco Gerolo, che vende formaggi e biometano ricavato dal letame delle mucche
Share

<