Questo sito contribuisce all'audience di

Risparmio idrico, come risparmiare 8mila litri di acqua e 15 euro in bolletta

Il rincaro delle tariffe per la fornitura di acqua è stato del 5,9 per cento. Ma non sarà certo l’ultimo. I prezzi più alti si pagano in Toscana, i più bassi in Molise. Impariamo a non sprecare acqua in casa.

di Posted on
Condivisioni

COME RISPARMIARE SULLA BOLLETTA DELL’ACQUA –

Recentemente l’Osservatorio prezzi e tariffe di Cittadinanzattiva ha pubblicato le tariffe idriche applicate nel 2015 nei capoluoghi di provincia italiani ed è emerso che, rispetto al 2014, c’è stato un rincaro medio del 5,9 per cento che, considerando invariati i consumi medi, si traduce in un aumento medio annuo di circa 6,50 euro procapite.

LEGGI ANCHE: Le regole per risparmiare acqua in casa

LE REGIONI IN CUI LE TARIFFE SONO PIÚ ALTE –

La Regione dove si applicano le tariffe più alte è la Toscana, mentre quella in cui si applicano le tariffe più basse è il Molise: ed infatti i capoluoghi di provincia con le tariffe più alte sono Grosseto e Siena, mentre il capoluogo con le tariffe più basse è Isernia.

RISPARMIO IDRICO –

Ora se si pensa che in un anno ognuno  può risparmiare in casa fino a  8.000 litri di acqua e  si considera che il costo medio è di 1,95 euro ogni 1.000 litri di acqua, immediatamente si può stimare in circa 15 euro annui procapite il risparmio che si può ottenere seguendo semplici pratiche di risparmio idrico e il gruzzoletto messo da parte potrebbe essere utilizzato per andare a mangiare una buona pizza. Ovviamente accertatevi che tutti gli ingredienti siano rigorosamente di origine italiana, perché in questo modo si  risparmieranno altre centinaia di litri di acqua virtuale.

PER APPROFONDIRE: Standby, se riuscissimo a eliminarlo si risparmierebbe anche 1 miliardo di litri d’acqua

LEGGI ANCHE: