Come pulire il pesce | Non sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Come pulire il pesce senza sprecarlo

Preparate il tagliere con un pizzico di sale fino. Poi lo spellate, lo squamate e lo svuotate. Infine così si levano le spine

Ultimo aggiornamento il 10.01.2022 alle 10:22

Non bisogna essere uno chef speciale o un esperto marinaio per riuscire a pulire il pesce prima di mangiarlo. Ed evitare così uno degli sprechi più frequenti che facciamo a tavola. Ci vuole pazienza, certo, ma la fretta a tavola non è mai una buona compagnia. E qualche buon attrezzo, come un semplice tagliere e delle forbici in buone condizioni.

COME PULIRE IL PESCE

Per pulire bene il pesce partite da alcune operazioni e verifiche preliminari. Innanzitutto verificate che gli strumenti da utilizzare siano in buono stato, a partire dalle forbici. E poi, per fermarlo sul tagliere mentre lo pulite, utilizzate questo piccolo trucco: cospargete il tagliere di sale fino. Vedrete che il pesce da pulire sarà immobilizzato.

LEGGI ANCHE: Come scegliere il pesce fresco, le 10 regole per non sbagliare

COME SPELLARE IL PESCE

Una volta che gli attrezzi sono pronti, mettere il pesce su un tagliere con la parte scura verso l’alto. Tenere il pesce dalla coda con uno straccio; con un coltello ben affilato incidere la coda alla base e con la mano tirare la pelle verso la testa. All’altezza della bocca, capovolgerlo e continuare a tirare la pelle fino a raggiungere la coda.

COME SQUAMARE IL PESCE

Prendere lo squamapesce o un coltellino affilato e togliere le squame grattandole in senso contrario al loro. Tenere il pesce immerso nell’acqua per evitare squame volanti!

COME SVUOTARE IL PESCE

Per togliere la testa, occorre reciderla dietro le branchie. Con un buon paio di forbici aprire il ventre fino all’ano. Estrarre i visceri, fare scorrere un coltello sui lati della lisca e rimuovere ogni traccia di sangue; sciacquare. Se si deve procedere a farcire un pesce intero, invece, eviscerare infilando un dito a uncino nella fessura opercolare e tirare. Sciacquare con acqua fredda.

PER APPROFONDIRE: Il pesce fa bene al cuore e alle ossa. Benefici di un cibo che non deve mai mancare

COME SPINARE IL PESCE

Spinare il pesce è un’operazione delicata quanto importante: evitate così qualsiasi rischio di ingoiare spine, al momento di mangiarlo. Come si procede? Se il pesce è piatto, la pelle va incisa sotto la coda e poi si procede come abbiamo visto in precedenza. Facendo attenzione a non lasciare spine. Si fa un taglio lungo la spina dorsale, su ambedue i lati, e si separa la carne dalla lisca. Se il pesce invece è tondeggiante, il taglio va dalla pancia alla coda per sollevare con il coltello le spine laterali, le più insidiose. Quindi si separa la carne dalla spina dorsale, ottenendo così i filetti. Se il pesce è grosso, infine, gli si apre l’addome, poi si preme con decisione sulla spina dorsale finché non si stacca. Infine si gira il pesce e dalla testa si raggiunge la coda, staccando la lisca dalla carne. E il gioco è fatto.

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato. Clicca qui!

LE NOSTRE RICETTE A BASE DI PESCE:

 

Share

<