Questo sito contribuisce all'audience di

Lavorare a maglia, come farlo al meglio ricordandosi che si tratta di un’arte (foto)

Scegliete bene i ferri: ottimi quelli in alluminio colorato. Quanto alla lana, è preferibile che sia morbida. I ferri corti si impugnano come una penna, quelli lunghi come un coltello. I tanti vantaggi del lavoro a maglia.

di Posted on
Condivisioni

COME LAVORARE A MAGLIA –

Sembra facile, ma non è così: lavorare a maglia è un’arte, e come tutte le occupazioni artistiche necessita di relax e concentrazione. Dunque di calma, pazienza e tempo che certo non viene sprecato. Ingredienti essenziali per raggiungere il traguardo di sferruzzare con piena soddisfazione, un’attività che, tra l’altro, sembra tornata di gran moda nell’era della super velocità e del rimpianto per le cose che si possono fare con la giusta lentezza.

come-lavorare-a-maglia-regole (4)

LEGGI ANCHE: Cappello con l’uncinetto, come farlo (video e foto). Il lavoro a maglia tiene allenato il cervello

REGOLE PER LAVORARE A MAGLIA –

Ed ecco le regole essenziali del buon lavoro a maglia e i vantaggi più importanti che ne potete ricavare:

  • Innanzitutto è bene che ciascuno scelga quali ferri utilizzare (ottimi quelli in alluminio multicolore) e quale lana (si consiglia quella morbida, soprattutto se si è alle prime armi).

come-lavorare-a-maglia-regole (2)

  • Successivamente si arrotola la lana sotto le dita, lasciando i polpastrelli liberi di far scorrere il filo. A questo punto si impugnano i “ferri del mestiere” e dopo aver formato un cappio con il filo di lana, si fa passare la parte che resta dietro il cappio stesso fino a formare un nodo; poi si tira il filo per stringere il nodo stesso e infine l’altro capo per stringere il nodo sul ferro. Ciascuno sceglie come impugnare i ferri, come una penna ad esempio, se si usano quelli corti, o come un coltello, se si usano quelli lunghi.

come-lavorare-a-maglia-regole (3)

  • Se è la prima volta che ci si accinge a lavorare a maglia, potrebbe risultare utile la visione di un video tutorial che indichi i primi passaggi oppure la consultazione di un manuale ad hoc. Questi strumenti aiuteranno il principiante ad inoltrarsi nei meandri della lavorazione a maglia, affrontando il diritto, il rovescio e la chiusura del lavoro, cioè il modo in cui le maglie devono essere intrecciate affinché il bordo non si disfi.
  • Dopo aver acquisito un po’ di praticità con l’aiuto dei video tutorial o di qualcuno che sia già esperto di questo tipo di arte, ci si potrà davvero sbizzarrire nel realizzare qualunque tipo di cosa, dalle maglie, alle sciarpe, ai giocattoli fino alle decorazioni per la casa.

lafavolaincantata

  • Lavorare a maglia risulta essere un’ottima terapia anche per la nostra salute psicofisica, perché ci regala tanta serenità, riduce la frequenza cardiaca e abbassa la pressione.
  • Lavorare a maglia allena la nostra mente a restare lucida, stimolando anche vista e tatto, in qualunque stagione della vita ma soprattutto quando si è un pò avanti con gli anni.
  • Lavorare a maglia segna un ritorno alle antiche tradizioni che sono sempre fonte di benessere e ci aiutano a scoprire quanto sia importante imparare dal passato.
  • Spesso lavorare a maglia ci aiuta anche a socializzare perché oggi esistono i cosiddetti Knit cafè, luoghi in cui gli appassionati di quest’attività si incontrano e condividono esperienze e ispirazioni.
  • Lavorare a maglia potrebbe nascere come un hobby ma diventare, col passare del tempo, una vera e propria attività economica, in grado di assicurare una buona remunerazioni, quando si sia diventati abbastanza esperti da lanciarsi in progetti sempre più complessi.

bigodino

  • Il lavoro a maglia ci permette inoltre, fattore importantissimo, di realizzare prodotti di alta qualità, biocompatibili e a costi decisamente più ridotti rispetto a ciò che si acquista nei negozi.

LAVORI ARTISTICI FAI DA TE: