Bonus bollette 2023: come si ottiene e chi può richiederlo | Non Sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Bonus bollette 2023: come si ottiene e chi può richiederlo

Approvato con la Legge di Bilancio 2022, permette di rateizzare il pagamento delle bollette e azzerare le spese del gas naturale. Ecco chi può richiederlo.

Il bonus sociale è un’iniziativa del governo introdotta nella Legge di Bilancio 2022 e prorogata con la Legge di Bilancio valida per il 2023, per venire incontro a famiglie e ad aziende in questo periodo di caro bollette eccezionale. Ma come funziona il bonus bollette 2023 e chi può accedervi?

BONUS SOCIALE LUCE E GAS 2023

L’incremento dei costi delle utenze, in particolare luce e gas, dovuti ad un aumento progressivo dei prezzi di materie prime e anche in parte a causa della guerra in Ucraina, è un ulteriore danno arrecato a cittadini e aziende che negli ultimi anni non avevano di certo vissuto momenti floridi.

La crisi economica in atto ha compromesso l’integrità di aziende con anni di attività e famiglie già provate dagli ultimi anni anche per via dei prezzi delle bollette che sono duplicati o perfino triplicati. Ma per cercare di limitare questa deriva, il governo ha fatto approvare nella Legge del 30 dicembre 2021, n.234, un piano per attutire le spese dei cittadini e delle imprese italiane per il pagamento di luce e gas.

Il bonus tuttavia non è rivolto a tutti e per rientrare tra gli aventi diritti è necessario essere in possesso di determinati requisiti che ora andremo a vedere.

risparmiare con il bonus bollette 2022

LEGGI ANCHE: Come confrontare le offerte di luce e gas

REQUISITI BONUS BOLLETTE 2023

I cittadini che avranno accesso all’incentivo statale saranno coloro che presentano condizioni economiche svantaggiose e che rientrano in determinati standard. In particolar modo, potranno usufruire del bonus sociale:

  • Le famiglie che hanno un ISEE annuo che non superi i 12mila euro fino al trimestre Ottobre – Dicembre 202215mila euro da Gennaio 2023.
  • I nuclei familiari che hanno almeno 4 figli a carico e con un ISEE inferiore a 20mila euro.
  • Coloro che percepiscono una pensione o il reddito di cittadinanza

Inoltre, almeno un componente della famiglia ai fini dell’ISEE deve aver stipulato un contratto di fornitura gas, luce o acqua.

Potranno accedere al bonus bollette 2022 anche i cittadini con patologie gravi, con riscontro medico certificato, che necessitano di dispositivi alimentati ad energia elettrica per la loro salute.

COME RICHIEDERE IL BONUS BOLLETTE 2023

L’agevolazione fiscale è detratta sulla bolletta di tutti i cittadini che soddisfano i requisiti prima indicati senza alcun bisogno di presentare domanda.

Per verificare l’idoneità basterà quindi presentare l’ISEE all’INPS e nel caso in cui si avesse bisogno di aiuto, i cittadini potranno recarsi in un CAF per ottenere il documento.

L’automatizzazione del processo è resa possibile grazie al meccanismo basato sul Sistema Informativo Integrato (SII) con l’INPS. Pertanto, gli utenti potranno accedervi compilando la Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) con cui si richiederà l’ISEE che è finalizzato a validare il tutto. Diverso è invece l’iter in caso si faccia richiesta per un disagio fisico dove occorrerà presentare una domanda specifica.

LEGGI ANCHE: Bollette luce e gas: come si leggono per risparmiare

I BENEFICI DEL BONUS BOLLETTE 2023

Il bonus bollette non è erogato su una base fissa, ma è calcolato in base a fattori prestabiliti. Per coloro che riescono ad usufruire dell’incentivo fiscale, potranno ottenere dei benefici come:

  • Rateizzazione delle bollette in 10 mensilità
  • Riduzione del 5 per cento dell’IVA sul gas (utenze domestiche e non)
  • Maggiori vantaggi su bonus luce e gas per i nuclei familiari in condizioni economiche svantaggiate
  • Soppressione del pagamento per quanto concerne il gas naturale
  • Azzeramento delle spese generali per utenze che non superano i 16,5 kW di potenza

Il bonus luce e gas ha un importo variabile che è stabilito per trimestre dall’ente preposto, ossia l’Arera. Per l’ultimo trimestre del 2022, gli aventi diritto con regolare contratto di fornitura, potranno usufruire di uno sconto in bolletta per l’elettricità che oscilla tra gli 86 euro per i nuclei familiari composti da un massimo di due componenti e i 123 euro per quelli che superano i 4 membri. Sul fronte gas invece, l’importo del bonus è stabilito in base alle zone climatiche.

Le misure in vigore sono una soluzione a supporto di tutte quelle realtà commerciali, aziendali e familiari che vivono un periodo di insicurezza e instabilità economica.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Share

<