Questo sito contribuisce all'audience di

Assicurazione auto, come risparmiare: l’identikit di chi spende meno

Non commettere sinistri non basta. Ecco gli altri parametri che, assieme alla condotta, concorrono alla definizione di tariffe Rc Auto più basse.

Condivisioni

In merito al tema assicurazione auto, molti si chiedono come risparmiare sulla polizza: nel nostro Paese l’assicurazione auto infatti è la più cara di tutta Europa. Le somme da corrispondere dipendono da molteplici fattori, per cui variano da soggetto a soggetto. Scopriamo chi sono i più “fortunati”, che non sprecano soldi per l’Rca.

In generale, i premi delle assicurazioni on line e tradizionali dipendono dalla data di immatricolazione, che indica se un’auto è più o meno vecchia, dal numero e dal tipo di sinistri e, infine, dalle caratteristiche personali dell’automobilista (età, anno in cui è stata conseguita la patente, sesso, residenza e composizione familiare). Considerando quest’ultimo parametro, a parità di condotta, un neopatentato si troverà necessariamente a pagare di più rispetto ad un guidatore più esperto.

LEGGI ANCHE: Come spendere meno con l’automobile, tutti gli accorgimenti pratici

Il profilo di chi spende meno è quello di un uomo di mezza età, con figli e anni di esperienza alla guida, che ha acquistato l’auto da poco tempo e, soprattutto, che non ha mai commesso sinistri. Ovviamente, queste caratteristiche non implicano che egli sia protetto da furti e incendi.

Per risparmiare su queste due voci bisogna installare un antifurto affidabile (possibilmente con sistema GPS, capace d’indentificare l’esatta posizione del veicolo) e avere la possibilità di ritirare la propria vettura in un garage durante la notte.