Alberi in città al posto dei cartelloni pubblicitari a Grenoble - Non sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Niente più cartelloni pubblicitari per le strade di Grenoble: al loro posto alberi e spazi verdi

Una promessa mantenuta quella fatta dal sindaco ai suoi cittadini durante la campagna elettorale: a partire da gennaio 2015, al posto degli ingombranti cartelloni pubblicitari verranno piantati degli alberi e sorgeranno nuovi spazi verdi.

di Posted on
Condivisioni

ALBERI IN CITTÀ –

Sostituire tutti i cartelloni pubblicitari presenti in città con alberi: questo il progetto ecologista portato avanti a Grenoble, in Francia, dal sindaco Eric Piolle. Una vera e propria rivoluzione ambientale che il primo cittadino aveva promesso durante la sua campagna elettorale.

LEGGI ANCHE: In Perù il cartellone pubblicitario che trasforma l’umidità in acqua potabile

ALBERI AL POSTO DEI CARTELLONI PUBBLICITARI A GRENOBLE –

Promessa mantenuta: il Comune non ha infatti rinnovato il contratto con JCDecaux, la società vincitrice dell’appalto per la pubblicità sui ben 300 spazi pubblicitari cittadini. Al loro posto, a partire da gennaio 2015, dove possibile, verranno piantati degli alberi.

Rimarranno solo alcuni spazi di dimensioni limitate che i gruppi locali che si occupano di tematiche sociali e culturali potranno utilizzare per far conoscere ai cittadini le proprie iniziative.

LA RIVOLUZIONE GREEN DI GRENOBLE –

Un cambiamento importante per il volto della città e per la salute e il benessere dei cittadini che avranno a disposizione una maggiore quantità di spazi verdi e un’iniziativa senza precedenti in Europa: solo a San Paolo in Brasile, nel 2006, l’amministrazione comunale aveva previsto una legge in cui si vietava la disposizione di pannelli pubblicitari per le strade. Un divieto però rimosso nel 2012 quando, sempre la JCDecaux, si aggiudicò un contratto che prevedeva l’allestimento in città di ben mille orologi su cui venivano indicate informazioni utili come ora, temperatura e qualità dell’aria.

Una decisione storica quella di Eric Piolle che aveva visto qualche anticipazione a Parigi dove, da tempo, si è provveduto a rimuovere la maggior parte degli spazi pubblicitari presenti in città fatta eccezione per alcuni cartelloni approvati però in seguito a rigorosi controlli che prevedono il rispetto di alcuni vincoli estetici e di sicurezza stradale.

PER APPROFONDIRE: A Montpellier, il grattacielo a forma di albero con balconi-giardini pensili

LEGGI ANCHE: