Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.
[mc4wp_form id="5505"]
Questo sito contribuisce all'audience di

Sapone solido, il sorpasso di quello liquido. E per il Marsiglia attenti ai falsi di Cina e Turchia

Si torna all’antico. La saponetta, infatti, costa meno, non ha un contenitore di plastica, è più pratica durante i viaggi. E funziona meglio, anche dal punto di vista igienico, per i bambini.

Condivisioni

VANTAGGI DEL SAPONE SOLIDO –

Torna di moda l’antico e sempre utile, anche in funzione anti-sprechi, sapone solido, le cui origini sono antichissime. Se ne parla già, infatti, nei papiri egizi, nei costumi dei babilonesi, nelle pagine della Bibbia e nei testi di Plinio il Vecchio che lo descriveva come un’invenzione dei Galli per lucidare i capelli.

Ma come ha fatto il sapone solido, e in particolare quello di Marsiglia, a scavalcare la moda, molto compulsiva e sprecona, del sapone liquido? In realtà, a favore di questa soluzione contano diversi fattori e tutti vanno in direzione del risparmio, della sostenibilità e della lotta agli sprechi. Per esempio: la classica saponetta costa meno del sapone liquido, è sprovvista di un contenitore di plastica (che poi si traduce in rifiuto e inquinamento), è molto pratica durante i viaggi e non contiene tensioattivi, dunque è di fatto più ecologica.

sapone-di-marsiglia-attenti-a-quelli-che-arrivano-dalla-cina-e-dalla-turchia

LEGGI ANCHE: Sapone idratante naturale, come prepararlo in casa con latte di mandorla e miele

SAPONE SOLIDO O SAPONE LIQUIDO –

Inoltre, specie per i bambini, il sapone liquido ha una controindicazione fondamentale: la superficie dell’erogatore raccoglie lipidi, zuccheri, germi, virus e innanzitutto polvere, tanta polvere. I bambini, poi, premono più volte l’erogatore per fare uscire il liquido, e spesso lo fanno con le mani sporche. Al contrario, quando un bambino prende tra le mani la saponetta solida, la passa sotto l’acqua, la sfrega per fare la schiuma e poi si lava le mani. In questo modo, le tracce di sporco vengono spazzate via.

SAPONE SOLIDO BAMBINI –

Piuttosto, per il sapone solido, le classiche saponette, bisogna avere alcune, semplici accortezze per evitare di sprecarlo. Primo: preferire confezioni piccole. Secondo: dopo averlo usato, lasciare scorrere l’acqua e rimetterlo a posto in modo che sia quasi asciutto. Terzo: non lasciarlo stagnare nell’acqua del portasapone, che va dunque eliminata.

PER APPROFONDIRE: Avanzi di sapone, trucchi, idee e suggerimenti per non sprecarli

COME SCEGLIERE IL SAPONE DI MARSIGLIA –

Quanto al sapone di Marsiglia c’è un’avvertenza fondamentale da fare: acquistare solo l’originale, ed evitare quello prodotto in Cina e in Turchia. Una situazione non solo spiacevole ma anche paradossale considerato che non è per niente difficile trovare il falso “re dei saponi” nei negozi della stessa città francese, dalla quale nasce il nome, e nei mercatini della Provenza.

E pensare che il sapone di Marsiglia ha ormai alle spalle secoli e secoli di storia con tanto di primo editto contro la contraffazione emesso nel 1688. Fu il ministro del Re Sole a firmarlo minacciando con il sequestro della merce tutti coloro che non preparavano il sapone con gli unici prodotti ammessi: olio d’oliva, di palma o di copra, soda o sale marino e acqua.

La ricetta ufficiale codificata nel 1906 prevede infatti come ingredienti: 63 per cento di olio, 9 di soda e 18 di acqua. L’acido grasso invece deve essere presente in una dose pari al 72 per cento.

 

COME RICONOSCERE IL VERO SAPONE DI MARSIGLIA –

Anche Napoleone, in un suo decreto, aveva stabilito che nel sapone non dovessero esserci né grassi animali né profumi né tantomeno colorantiTutti elementi di cui è ricco invece il finto sapone di Marsiglia. Questo fa sì che il prodotto contraffatto non sia né ipoallergenico né biodegradabile, qualità che possiede invece l’originale. Con il risultato che l’acquisto di un falso sapone di Marsiglia si traduce in un doppio spreco. Da un lato non ha alcuna delle caratteristiche per le quali lo abbiamo comprato; dall’altro con questa spesa incauta non si altro che sostenere l’industria della contraffazione.

SAPONE FATTO IN CASA:

 

LEGGI ANCHE:

1 Comment
  • CarlottaP.
    18.12.2013

    Adoro il Marsiglia…quello vero, originale! Anche il mio ginecologo me l’ha consigliato. Io l’ho trovato qui http://www.ilsaponedimarsiglia.it/