Questo sito contribuisce all'audience di

Come organizzare un matrimonio low cost: per non sprecare scegliete il fai da te

Partecipazioni, bomboniere, addobbi, decorazioni floreali, location e persino il viaggio di nozze: ecco come organizzare un matrimonio a basso costo senza rinunciare ad una cerimonia di qualità. Il sito che consente di fare la lista di nozze, per regali in contanti, online.

Come organizzare un matrimonio low cost: per non sprecare scegliete il fai da te
Come organizzare un matrimonio low cost
di
Condivisioni

COME ORGANIZZARE UN MATRIMONIO LOW COST –

Di solito, il momento delle nozze è quello nel quale, specie in Italia, non si bada a spese. E si rischia di moltiplicare gli sprechi, come avviene puntualmente, per esempio, con il cibo dei famosi buffet delle cerimonie matrimoniali. Anche in uno dei momenti più felici e più intensi della nostra vita quindi, quando è anche giusto fare qualche sforzo in più di natura economica, è necessario comunque organizzare tutto in modo da ridurre al minimo gli sprechi. Sapete che sono tantissime le associazioni che recuperano il cibo in eccedenza del buffet e lo distribuiscono a chi ne ha più bisogno? Un gesto semplice ma importante per condividere la felicità di questo giorno così importante anche con chi è meno fortunato.

Senza contare che è possibile organizzare un matrimonio originale senza dimenticare nessun dettaglio e, allo stesso tempo, risparmiando. Ecco allora tanti consigli utili per delle nozze fai da te davvero indimenticabili.

LEGGI ANCHE: Come organizzare un matrimonio solidale e sostenibile

COME ORGANIZZARE UN MATRIMONIO ECONOMICO –

Navigando in rete è possibile trovare tante idee per un matrimonio low cost: le partecipazioni, le bomboniere e persino il viaggio di nozze possono essere realizzati a basso costo, senza rinunciare ad una cerimonia di qualità.

COME ORGANIZZARE UN MATRIMONIO SPENDENDO POCO –

Dalla lista degli ospiti, alle partecipazioni fino alle bomboniere, ecco come organizzare, passo per passo, un bellissimo matrimonio low cost: 

  • La lista degli ospiti. Per organizzare un matrimonio economico è bene partire dalla lista degli ospiti: più invitati significa maggiore spesa, per questo è necessario stilare una lista che non superi le cento persone. Un’idea per accontentare tutti senza limitarsi ai parenti stretti, potrebbe essere quella di dividere il ricevimento in due parti: dopo il pranzo (o la cena) con le persone più care è possibile estendere l’invito ad amici e conoscenti per il taglio della torta.
  • La lista nozze online. Un modo di fare regali utile ed efficace, è quello di scegliere la strada della lista di nozze online. Come? Per esempio, utilizzando la piattaforma di Splitit, un sito che consente di fare il regalo più gradito, in diversi casi, agli sposi: una somma in contanti. Pensate alle coppie che hanno già sostenuto ingenti spese per la cerimonia, oppure hanno la casa pronta e colma di oggetti, ma magari non hanno a disposizione la cifra giusta per godersi un viaggio di nozze. Attraverso Splitit, è possibile fare arrivare, in modo elegante, un cadeau particolarmente apprezzato. Con un piccolo risparmio in più, in termini di lotta agli sprechi: meno buste per regali e per partecipazioni.
  • Le partecipazioni. Possono essere realizzate a mano con un pizzico di fantasia. I più tecnologici possono optare per una partecipazione originale da inviare tramite mail. Un’altra idea è quella di creare un evento sui maggiori social network. Anche tableau e segnaposto si prestano bene al fai da te: è possibile infatti crearli su cartoncino o usando paste modellabili, tipo fimo.
  • La scelta della location. Ricordate che castelli, ville e cerimonie sono tra i più richiesti ma anche tra i più cari. Per risparmiare è quindi possibile scegliere trattorie o agriturismi, evitando se possibile i weekend, oppure optare per un buffet all’aperto.

  • Scelta del vestito. Se per lo sposo le soluzioni riguardo all’abito sono facilitate, la sposa deve destreggiarsi tra la scelta del vestito, del make up e dell’acconciatura. Per l’abito da sposa ci si può rivolgere ad outlet oppure a negozi dell’usato e perfino all’affitto, per trucco e capelli ad un’amica.
  • Addobbi, bouquet e decorazioni floreali. Risparmiate scegliendo fiori di stagione e affidandovi ad un fiorista di fiducia.
  • Musica. Durante il ricevimento non può mancare la musica, ma come evitare di spendere una fortuna per invitare una band o un animatore? Semplice, si può preparare un cd o caricare delle canzoni all’interno di una pennetta usb, magari suddividendole a seconda del momento: musica tranquilla durante il banchetto e e più movimentata per i balli.
  • Le fotografie. Un’idea originale potrebbe essere quella di lasciare il compito ai vostri ospiti, il risultato non sarà professionale, ma sicuramente avrà un grande valore affettivo! Quando la serata sta per concludersi è d’obbligo lasciare agli invitati un ricordo delle nozze: bomboniere o cadeau possono essere realizzati allo stesso modo delle partecipazioni, magari andando alla ricerca di idee originali sul web.
  • Viaggio di nozze. Ultimo, ma non meno importante: il viaggio di nozze. Considerando che la maggior parte delle coppie che convola a nozze convive già da tempo, potrebbe essere utile inserire la luna di miele nella lista dei regali. Oggi sono tantissime le agenzie di viaggio che potranno aiutarvi nella decisione della location: faciliterete inoltre amici e parenti nella scelta del regalo.

PER APPROFONDIRE: Il potere della gentilezza, allunga il matrimonio e la vita di coppia

Ultime Notizie:

Edizioni Precarie, il progetto che recupera le tradizioni artigianali siciliane e combatte gli sprechi

Edizioni Precarie, il progetto che recupera le tradizioni artigianali siciliane e combatte gli sprechi

Le carte alimentari da imballaggio utilizzate dai venditori dei mercati Ballarò, Vucciria e Il Capo, si trasformano in originali quaderni e carte da scrittura: un modo per portare avanti la tradizione di questi luoghi così importanti e, allo stesso tempo, combattere lo spreco di questo materiale, spesso gettato via perché vecchio o rovinato o semplicemente perché già utilizzato.

continua »