Stucco veneziano: cos'è e come si applica. Tutti i segreti
Questo sito contribuisce all'audience di

Stucco veneziano: cos’è e come si applica

Una tecnica che da 5mila anni protegge dall'umidità. Con un ottimo risultato estetico. Tutti i segreti per realizzarlo e i materiali da usare

Un grande spreco per le case, e in generale per qualsiasi immobile, è legato ai danni causati dall’umidità. Possono essere irreparabili, e in ogni caso poi si traducono in costi, anche ingenti, di ripristino e in interventi straordinari per eliminare macchie e problemi di varia natura. Compresi i pericoli dovuti all’umidità per la salute di chi vive in questi luoghi.

STUCCO VENEZIANO

Lo stucco veneziano è una tecnica, antica ma attualissima, molto utile per garantire la sostenibilità ambientale di un appartamento o di un edificio, nata proprio per proteggere le zone più esposte al rischio umidità. Siamo nello splendore di Venezia, e le ricerche degli studiosi hanno dimostrato che la tecnica dello stucco veneziano veniva utilizzata già 5mila anni fa. Il suo boom fu legato alla moltiplicazione dei palazzi nobiliari in laguna, la maggior parte sono ancora perfettamente in piedi, dove appunto le migliori famiglie veneziane si proteggevano dall’umidità e dai suoi rischi proprio grazie a questa tecnica di lavorazione. Oggi tornata di moda, sotto la spinta di un lavoro di alta qualità artigianale da parte dei professionisti che ancora riescono ad applicarla secondo gli antichi metodi.

LEGGI ANCHE: Come contrastare ed eliminare l’umidità in casa con i rimedi naturali

COMPONENTI DELLO STUCCO VENEZIANO

Prima di vedere nei dettagli la tecnica dello stucco veneziano, partiamo dal valore dei suoi risultati. Facili da misurare. Grazie a una tecnica decorativa molto vicina al tocco artistico, lo stucco veneziano (che viene anche indicato come grassello di calcio, spatolato lucido, marmorino, stucco antico, calce rasata, spatolato veneziano lucido) ha tre effetti collaterali, tutti positivi, abbinati alla protezione dell’ambiente dall’umidità. Primo: è molto bello sul piano estetico. Secondo: spalma in tutta la zona un manto di eleganza. Terzo: illumina le pareti e quindi porta luce agli ambienti. Per realizzarlo è necessario utilizzare uno stucco lucido, a lunga stagionatura e composto da elementi naturali.

COME SI REALIZZA LO STUCCO VENEZIANO

Liscio e delicato al tatto, questo tipo di stucco è perfetto per una casa, sia dall’arredo moderno che di tono classico. Per realizzarlo è necessario miscelare polveri di marmo con il grassello di calce, dopodiché per ottenere l’effetto lucido bisogna stendere sulla parete una mano di aggrappante. Per completare l’opera è necessario dare più mani di prodotto, lucidandolo con spatole di acciaio inox e stendere successivamente uno strato di cera che renderà la superficie protetta e idrorepellente. In questo modo lo stucco veneziano conserva tutte le sue caratteristiche che lo rendono una perfetta soluzione per tenere alla larga i danni dell’umidità. Questa tecnica infatti rende il muro traspirante, antimuffa e lavabile con saponi neutri. Per realizzarlo però è necessario affidarsi a professionisti  del settore (come ad esempio Antonio Liso, [email protected]) che, grazie a secoli di tradizione, saranno in grado di trattare al meglio le vostre pareti.

COME PITTURARE SULLE PARETI IN STUCCO VENEZIANO?

Per pitturare bene sulle pareti in stucco veneziano bisogna carteggiare la parete con la carta vetrata (quella da muro), molto leggera. Poi è necessario passare una mano di isolante liquido, con un pennello molto largo, in modo da espandere il liquido su tutta la parete e creare un effetto di lucentezza.
Superata questa prima fase preliminare, si passa alla pitturazione vera e propria. Una prima mano, molto leggera, di vernice bianca, e su questa il colore scelto. E poi una seconda mano con più prodotto, senza esagerare per non creare un effetto gocciolato.

QUANTO COSTA LO STUCCO VENEZIANO?

Il costo dello stucco veneziano varia sulla base di due fattori. Il primo, trattandosi di un’attività di puro artigianato, è la notorietà del professionista che viene chiamato a realizzarlo. Il secondo è il costo della manodopera, che varia sulla base delle diverse città. A Milano, per esempio, i prezzi per lo stucco veneziano partono da 30 euro a metro quadrato e possono salire fino a 40 euro a metro quadrato. A Roma, invece si scende fino a 24 euro a mq, per poi risalire, in alcuni quartieri residenziali, a 30 euro a metro quadrato. Il consiglio, prima di iniziare qualsiasi lavoro, è di farvi fare sempre un preventivo, e magari di confrontarne più di uno prima di prendere una decisione finale.
Share

<