Risparmio acqua wc | Non sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Come risparmiare sull’acqua del wc. Impianti a 2 tasti, o bottiglie di plastica

Il consumo di acqua per lo scarico del gabinetto vale il 30 per cento del totale dei consumi domestici. Gli impianti più efficienti. Mai considerare il wc un cestino dei rifiuti

Indovinate dove si concentrano i maggiori consumi e i maggiori sprechi di acqua in casa: in bagno. E precisamente con la continua attivazione dello sciacquone del wc che da solo vale il 30 per cento dell’acqua consumata all’interno della nostra casa.

RISPARMIO ACQUA WC

Come ridurre questo spreco? Come impedire un eccessivo consumo di acqua del gabinetto?

PER APPROFONDIRE: Come risparmiare e non sprecare soldi su bollette, benzina e spesa

COME RISPARMIARE SULL’ACQUA DEL WC

Ecco qualche semplice e risolutivo consiglio.

Il gabinetto non è un cestino per i rifiuti.  Non ha questa funzione, specie per i piccoli rifiuti che talvolta tendiamo a gettare nel wc, correndo anche il rischio di intasarlo. E senza ricordare che, con gli impianti normalmente a disposizione nelle case degli italiani, ogni volta che schiacciamo il tasto della cassetta di scarico, dieci litri di acqua vanno via in pochi secondi.

Rinnovare gli impianti. Le cassette degli italiani, nella maggioranza dei casi, sono di vecchio tipo, con un unico pulsante da schiacciare. E invece già da molto tempo sono in vendita cassette con due tasti: in questo caso si può scegliere sempre quello con minor flusso. Generando un risparmio nei consumi di acqua del wc tra il 30 e il 60 per cento. In generale gli impianti a doppio pulsante, hanno un consumo di tre litri con il tasto piccolo, e di nove litri con il tasto grande.

LEGGI ANCHE: Acqua in casa, come si risparmia e non si spreca. Dai diffusori ai lavaggi di lavatrice e lavastoviglie

Con il vecchio impianto. Se non avete cambiato l’impianto, e non avete intenzione di farlo, c’è un’alternativa molto semplice per ridurre consumi e sprechi. Inserite una o due bottiglie di plastica piene d’acqua nella cassetta per lo scarico. Così una parte del volume della cassetta sarà occupato e la quantità di acqua emessa dallo scarico, mediamente attorno ai 10 litri, diminuirà. Anche in questo caso il risparmio non dovete calcolarlo sulla base di un singolo gesto, una volta che usate lo scarico, ma sulla somma di questo consumo che si replica continuamente e durante tutto il giorno nelle nostre case.

Scarico start and stop. È il più moderno, e anche quello che si trova spesso nei bagni ristrutturati dei locali pubblici. C’è un solo pulsante da premere, ma una volta partito il flusso dello sciacquone, si ferma automaticamente il flusso d’acqua evitando che dalla cassetta ne esca più del necessario per pulire il vaso sanitario.

COME RISPARMIARE ACQUA IN CASA:

Share

<