Ricetta pollo al vino | Non sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Pollo al vino, una specialità della cucina francese con i funghi e le cipolline

Per quanto riguarda la scelta del vino, utilizzate un Merlot o un Cabernet Sauvignon. Non dimenticate di rendere il piatto ancora più saporito aggiungendo il pepe nero e i chiodi di garofano

Difficoltà: media

Tempo di preparazione: 30 minuti

Tempo di marinatura: almeno 12 ore

Tempo di cottura: 1 ora e mezzo, 2 ore

Il pollo al vino, o coq au vin, è una specialità della cucina francese. Si tratta di un piatto semplice, che valorizza i sapori senza coprirli, ed è quindi importante scegliere ingredienti di qualità.

RICETTA POLLO AL VINO

La ricetta originale prevede un largo uso di grassi animali. Quella che vi proponiamo noi, invece, è decisamente più leggera. Chissà se piacerebbe comunque al commissario Maigreit, che lo cita tra i suoi piatti preferiti?

LEGGI ANCHE: Petto di pollo alle noci, la ricetta semplice e saporita con lo zenzero e il vino bianco

POLLO AL VINO

INGREDIENTI (per 4 persone)

  • 1 pollo intero, possibilmente ruspante
  • 20 (circa) cipolline borettane
  • 20 (circa) funghi champignon de Paris
  • 5 cucchiai di olio e.v.o.
  • 1 noce di burro
  • 3 cucchiai di farina
  • Sale, pepe

Per la marinatura

  • Mezza bottiglia di vino rosso robusto
  • 1 rametto di rosmarino
  • 1 rametto di salvia
  • 1 foglia di alloro
  • 2 carote
  • 1 scalogno (o mezza cipolla dolce)
  • 10 grani di pepe nero
  • 5 bacche di ginepro
  • 2 chiodi di garofano

PREPARAZIONE

  • Il giorno precedente, preparate il pollo dividendolo in porzioni, ponetelo in un contenitore ermetico, irroratelo con il vino al quale aggiungerete tutti gli ingredienti della marinatura.

  • Volendo, sempre il giorno prima (e comunque in anticipo) si può procedere alla preparazione delle cipolline e dei funghi, che devono essere puliti e rosolati separatamente in poco olio, tenendoli un po’ al dente e piuttosto asciutti.
  • Scaldate olio e burro in un tegame, meglio se in coccio, e fate rosolare i pezzi di pollo, scolati dalla marinatura, a fiamma abbastanza vivace, rimescolando perché tutta la superficie della carne si sigilli. Alla fine, spolverate tutto con qualche cucchiaio di farina, che servirà per rendere più cremosa la salsina finale.

  • Versate ora sul pollo una buona parte del vino della marinatura ben scolato, tagliate a fettine le carote e lo scalogno (o la cipolla) e aggiungeteli nella pentola. Salate e pepate a piacere.

  • Coprite e lasciate cuocere per una buona mezz’ora, controllando ogni tanto e aggiungendo, al bisogno, altro vino.
  • Aggiungete ora funghi e cipolline, e fate finire di cuocere per un’altra mezz’ora.

  • Il pollo al vino è pronto, deliziosamente profumato grazie agli aromi delle spezie: servitelo molto caldo, con il suo contorno vegetale.

I nostri consigli

Trattandosi di un pollo al vino, anzi, di un coq au vin, ci vorrebbe un vino francese, specificatamente un Bordeaux. Noi possiamo farlo con ottimi risultati scegliendo un Merlot o un Cabernet Sauvignon: lo stesso vino che andrà proposto in tavola.

Il pollo al vino dà il meglio di sé dopo qualche ora di riposo: quando possibile, preparatelo in anticipo, e scaldatelo al momento di servire.

LE NOSTRE RICETTE CON IL POLLO:

Share