Quanto inquina il digitale

I dispositivi elettronici e la Rete valgono il 3,7 per cento del totale dei gas serra. Ma raddoppieranno entro la fine del 2025

QUANTO INQUINA IL DIGITALE

Tra le grandi fonti di inquinamento una è molto trascurata: i dispositivi elettronici collegati a Internet, e il funzionamento della stessa Rete. Eppure, secondo una ricerca condotta dalla società francese no profit The shift project, parliamo di oggetti che complessivamente valgono il 3.7 per cento delle emissioni globali di gas serra. Una percentuale destinata a raddoppiare entro la fine del 2025.

Un altro studio, invece, si concentra sull’inquinamento individuale causato da chi utilizza i servizi digitali: 400 chilogrammi di anidride carbonica all’anno, per un totale stimato di 1,6 miliardi di gas serra immessi nell’atmosfera. Quanto ai data center, secondo l’Agenzia internazionale per l’energia, sono responsabili dell’1 per cento del fabbisogno di energia a livello globale.

LEGGI ANCHE: La scuola dovrebbe insegnare a difendersi dall’invasione della tecnologia. Invece fa il contrario

L’impatto ambientale dell’universo digitale solo in parte è inevitabile, considerando la velocità del progresso tecnologico in questo settore. In realtà, potremmo ridurlo con un uso meno bulimico dei dispositivi elettronici in Rete (in media una famiglia europea, italiani compresi, ne possiede 12 a testa), cercando di riusare gli apparecchi e di puntare su quelli ricondizionati, evitando le app che non apriamo mai e intanto si aggiornano in continuazione. Insomma: basterebbe sprecare meno con la tecnologia digitale.

COME NON ESSERE SCHIAVI DELLA TECNOLOGIA: 

  1. Bambini e tecnologia: cosa sapere
  2. Furti in casa? Come aumentare la sicurezza con qualche accorgimento e grazie all’aiuto della tecnologia
  3. Mobilità elettrica, nei prossimi anni avremo anche aerei, camion e navi con questa tecnologia
Torna in alto