Progetto SpinAmici - Non Sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

SpinAmici: il progetto multidisciplinare per valorizzare il giardino neo-rinascimentale di Ferrara

Un progetto per avvicinare i giovani al museo, con percorsi didattici e guidati alla scoperta della flora del giardino rinascimentale del museo archeologico della città estense. Digitalizzati in una app

Studiare l’architettura e la botanica di un giardino rinascimentale, con particolare riguardo a tutti i reperti archeologici presenti all’interno e le varietà botaniche che lo adornano, con l’obiettivo di valorizzarne la bellezza e avvicinare i giovani e le giovani ferraresi, o più in generale la cittadinanza tutta, al Museo Archeologico di Ferrara, vivendolo in modo diverso.

LEGGI ANCHE: Nel campo profughi in Iraq un giardino porta colore e speranza. Il progetto di Lemon Tree Trust

PROGETTO SPINAMICI

Pensato nel 2017 e realizzato dalle professoresse Elena Cavalieri d’Oro e Francesca Bianchini, del liceo scientifico Roiti di Ferrara, il progetto SpinAmici prende il suo nome dall’antica città etrusca che sorgeva nel sito dell’attuale città estense, una delle più importanti dell’etruria padana insieme a Felsinia, l’attuale Bologna. I reperti archeologici degli scavi nei pressi della città sono proprio custoditi all’interno di Palazzo Costabili, sede del Museo.

Rivolto ai ragazzi e alle ragazze delle classi quarte e quinte, è un percorso progettato per valorizzare la flora e la storia di un giardino storico, una riproduzione degli anni Trenta dell’originario giardino rinascimentale che abbelliva il Palazzo. SpinAmici prevede due fasi, una di studio e di preparazione di appositi percorsi guidati, e l’altra, pratica, in cui alunni e alunne si trasformano in vere e proprie guide attive per i visitatori del giardino, ai quali viene presentato un itinerario/passeggiata  , in cui statue e flora sono spiegate dai ragazzi, nella loro storia e nelle loro peculiarità.

Selezionato fra i vincitori dell’ottava edizione del concorso “Io amo i beni culturali”, nato su iniziativa dell’Istituto per i beni culturali e dell’Assessorato scuola, formazione professionale, università e ricerca e lavoro della Regione Emilia-Romagna, oltre al liceo scientifico Roiti nel progetto sono stati coinvolti, in qualità di partner, il Museo di Spina e ulteriori iniziative di promozione del verde urbano come “Vivi il verde”, con le sue giornate di approfondimento sui giardini e i parchi del circondario.

progetto spinamici

PER APPROFONDIRE: Piantare e adottare gli alberi, l’ultima moda di cittadini che amano il verde. E fanno i giardinieri urbani (foto)

SPINAMICI FERRARA

Conoscere, a raccontare e quindi  valorizzare un giardino neo-rinascimentale, corredandolo di didascalie botaniche associate alla storia mitologica di fiori e piante, preparando, oltre a un percorso narrato, pannelli introduttivi anche in lingua inglese.

Dal progetto è nata anche una app omonima, SpinAmici, dove è presente sia la mappa del giardino di Palazzo Costabili, sia tutti i percorsi sviluppati dai ragazzi, filmati e digitalizzati in modo da essere fruiti in modo semplice direttamente dal telefonino, on demand. Ulteriore vantaggio del progetto è una sorta di alternanza scuola/lavoro che sia davvero qualificante e che possa valorizzare non solo i luoghi ma anche le competenze e le specificità degli alunni e delle alunne, che si sono espressi in maniera favorevole alla possibilità di imparare a gestire in autonomia i flussi di visitatori, parlando in pubblico e al pubblico dopo aver preparato appositi percorsi di visita con uno studio mirato e stimolante.

Il progetto SpinAmici è candidato al Premio Non Sprecare 2020. Per candidare i vostri progetti, seguite le istruzioni fornite qui.

PREMIO NON SPRECARE 2020:

 

 

Share