Nonpiùsoli: la rete contro l’abbandono | Non Sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Nonpiùsoli: la rete contro l’abbandono

In campo, in un’unica organizzazione, 23 associazioni di volontariato. Nelle province di Parma e di Reggio Emilia. Pronte a intervenire con gli amministratori di sostegno

Ogni anno fanno più di 10mila interventi sul territorio. Anziani rimasti soli, famiglie in difficoltà, immigrati risucchiati nella zona grigia. I volontari della squadra larga «Nonpiùsoli», che mette insieme 23 associazioni di volontariato collegate in 10 centri, sono un punto di riferimento per tutta la  provincia di Parma e di Reggio Emila. E un modello che andrebbe esportato anche in altre zone d’Italia.

NONPIÚSOLI  RETE DI VOLONTARI

La rete parte da un presupposto: tutte le persone fragili possono accedere a un amministratore di sostegno, ovvero un volontario che fa parte del gruppo, in grado di assisterle per svolgere le attività che non sono in grado di fare da sole. Nonpiùsoli, attraverso il suo sito, offre un accesso online molto veloce e semplice, una sorta di sportello aperto 24 ore su 24, mentre al telefono i volontari sono reperibili agli orari indicati online.

LEGGI ANCHE: SPlastica: l’azienda che produce plastica dal latte scaduto

AMMINISTRATORE DI SOSTEGNO

Ma chi è l’amministratore di sostegno? Quale figura di volontario rappresenta? Anche qui va fatta una premessa: a parte l’autosufficienza, le persone assistite dalla rete, in genere anziani, condividono un problema: la solitudine. E l’amministratore di sostegno, oltre a risolvere problemi pratici, svolge il ruolo di un amico, di un vicino di caso, di un compagno di strada. Un volontario che si prende cura degli altri e viene formato da Nonpiùsoli.

Il progetto è candidato al Premio Non Sprecare 2022, nella sezione Associazioni. Per candidare i vostri progetti, seguite le istruzioni fornite qui.

I PROGETTI IN CONCORSO PER IL PREMIO NON SPRECARE 2022:

Share

Nessun commento presente

Che ne pensi?

<