Questo sito contribuisce all'audience di

Il riciclo come risorsa

di Posted on
Condivisioni

Ci sono situazioni al mondo in cui il riciclo puo’ diventare una risorsa economica. A Manila, Filippine, ad esempio, nei vicoli affollati pieni d’immondizia e rifiuti tossici, donne e ragazze trovano la propria possibilita’ di reddito nel riutilizzo artistico di questi materiali. Dietro le Mura sporcizia e poverta’ diventano “invisibili” finendo nel dimenticatoio e l’unico modo dignitoso per guadagnare e’ lavare la biancheria o guidare il pedicab (veicolo a pedali molto utilizzato in Estremo Oriente). Inoltre lo smaltimento dei rifiuti tossici non solo non e’ supportato da una legislazione adeguata, ma si serve di strumenti inadeguati e malsicuri.Ann Wizer, visual artist e ambientalista, grazie alla sua intuizione e’ riuscita a dare un’opportunita’ agli abitanti degli spazi senza qualita’.

Dove le fabbriche contribuiscono ad aumentare il degrado urbano, computer, stampanti, telefoni e vecchi giocattoli diventano le principali risorse di una serie di artiste dell’uncinetto e del lavoro a maglia. Il progetto “Invisible Sisters” cerca quindi di dare una possibilita’ alle persone in difficolta’, individuando nelle loro capacita’ e conoscenze una fonte di reddito ecosostenibile.

Anche in Sudafrica esistono degli artigiani locali che si servono di materiale di scarto per la realizzazione di accessori. Lattine di alluminio sono tra i principali materiali adottati per la creazione di cappelli e borse esclusive ed originali. Melissa Hartzel, Make up artist, ha il merito di aver scoperto il potenziale artistico di questi venditori ambulanti. Un’associazione e un sito internet permettono di far conoscere e vendere a tutto il mondo questi interessanti manufatti. C’e’ anche da dire che il 10% dei profitti dell’Old Tin Can Ltd e’ destinato all’Out of the Box, un’organizzazione senza scopo di lucro che aiuta i giovani che non hanno ne’ strumenti ne’ fonti di reddito di imparare un nuovo e stimolante mestiere.