Genitori No smartphone: niente cellulare ai figli prima dei 12 anni
Questo sito contribuisce all'audience di

Genitori No smartphone: niente cellulare ai figli prima che abbiano computo almeno 12 anni

Una rete nata a Milano che ha già coinvolto 200 famiglie. Intanto i pediatri lanciano l’allarme: i bambini giocano più con lo smartphone che all’aria aperte

Per il momento è una rete, ma potrebbe diventare un vero movimento. Ispirato all’idea condivisa che i cellulari, e gli smartphone in particolari, non vanno dati ai bambini troppo piccoli.

GENITORI NO SMARTPHONE

I genitori hanno dato vita a un progetto intitolato Aspettiamo lo smartphone, coinvolgendo 200 famiglie che hanno deciso di non comprare i cellulari ai loro figli fino alla fine della seconda media. E in questa decisione hanno avuto il sostegno delle scuole milanesi favorevoli al piano Aspettiamo lo smartphone: gli Istituti comprensivi Ermanno Olmi, Moisè Loira, Cavalieri e Rinnovamento Pizzigoni.

LEGGI ANCHE: Come usare il cellulare e lo smartphone

L’ETA’ GIUSTA ALLA QUALE DARE IL PRIMO SMARTPHONE 

I genitori ribadiscono di non essere contrari allo smartphone e al suo uso. Ma la loro battaglia, in sintonia con le prese di posizione anche dell’Associazione Italiana dei Pediatri, è attorno alla domanda-chiave: A quale età dare il primo smartphone al figlio? La risposta della rete di genitori milanesi è semplice: non prima dei 12-13 anni.

D’altra parte, i dati sono tutti a sostegno di questa linea apparentemente molto dura. Secondo un’indagine capillare per conto della Società Italiana delle Cure Pediatriche, i bambini nella fascia di età tra e 5 anni che già utilizzano lo smartphone sono passati dal 9 per cento del 2020 al 14,5 per cento del 2021. Quasi raddoppiati. E nella fascia di età successiva, tra i e i 10 anni, il salto è ancora più evidente: dal 23,5 per cento del 2020 al 58,4 per cento del 2021.

SMARTPHONE COME PASSATEMPO

Lo smartphone, per i bambini, è diventato il primo passatempo, seguito da tablet e videogiochi. Tutto all’interno del perimetro di Internet. E così nel 2021 c’è stato uno storico sorpasso. Il tempo medio trascorso dai bambini a smanettare con uno smartphone, pari a 2 ore e 35 minuti, per la prima volta ha superato il tempo medio trascorso all’aria aperta, 2 ore e 24 minuti. E anche questa non è una buona notizia, sotto alcun punto di vista.

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato. Clicca qui!

LA BUONA EDUCAZIONE: POCHE REGOLE MA MOLTO CHIARE:

Share

<