Come scegliere la carta di credito - Non sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Come scegliere la carta di credito, 10 consigli per orientarsi e non sbagliare

Dal canone annuo al limite di spesa mensile. Dalle commissioni alle modalità di rimborso. Ecco tutto quello che dovete sapere sulle carte di credito

COME SCEGLIERE LA CARTA DI CREDITO

La scelta della carta di credito non può essere lasciata al caso. Capire quali sono le caratteristiche principali e i vantaggi offerti da ciascuna carta, valutare il limite mensile di impiego, i costi del canone annuo, le commissioni, sono tutte operazioni preliminari necessarie per fare la scelta giusta. Difatti esistono numerose tipologie di carte, ognuna con le proprie caratteristiche, adatte alle diverse esigenze di ciascuno. Ecco 10 consigli per sceglierle.

LEGGI ANCHE: Come fare la spesa senza sprechi. E risparmiando soldi il più possibile

VALUTA IL CANONE ANNUO

Il canone annuo varia a seconda delle carte di credito e, in alcuni casi, può corrispondere a zero. Ma attenzione, se il costo annuo è nullo, verificate l’entità di eventuali commissioni durante i prelievi. Potrebbero essere più alte per compensazione. Per quanto riguarda invece i canoni annui “tradizionali”, vanno solitamente dai 35 euro ai 130 euro per le carte con plafond più alto.

VALUTA IL LIMITE DI SPESA MENSILE

Generalmente il cosiddetto plafond base, ovvero il limite di spesa mensile, è di 1.500 euro, ma può essere anche più alto in caso di richieste particolari e anche per le aziende, che potrebbero necessitare di un limite maggiore rispetto ai privati. Si tratta di una caratteristica da valutare prima di scegliere la carta.

VALUTA IL COSTO DELLE COMMISSIONI

Considera che il costo delle commissioni è sempre uguale eccetto all’estero. Se un tempo le commissioni applicate alle transazioni potevano addirittura arrivare al 4%, ora non possono superare lo 0,3 % del totale della spesa. A meno che non si utilizzi la carta all’estero.

VALUTA LE MODALITÀ DI RIMBORSO

Quando utilizziamo una carta di credito, la Banca anticipa per noi alcune spese che vanno poi rimborsate. Esistono diverse tipologie di rimborso e le principali sono a saldo, quando il rimborso è un unico addebito il mese successivo (che è quello classico), rateale, quando viene eseguito a rate di un certo importo, revolving, ovvero a rate ma di importo variabile, e prepagata, con rimborso immediato.

VERIFICA LE INFORMAZIONI RELATIVE AI BLOCCHI E ALLE SOSTITUZIONI

Bloccare la carta in caso di smarrimento o di furto è molto importante ma è bene informarsi prima sulle modalità di blocco, le tempistiche e gli eventuali costi. Anche se la richiesta di blocco è gratuita, come la sostituzione, per accelerare i tempi capita che vengano richiesti dei costi aggiuntivi. Mai troppo elevati ma comunque da considerare.

SE UTILIZZI LA CARTA ALL’ESTERO, CONSIDERA LE COMMISSIONI

Se viaggiate spesso all’estero, è meglio da subito puntare su una carta di credito pensata ad hoc e valutare il costo delle commissioni aggiuntive, che vanno ad aggiungersi ai tassi di interesse e alle spese di cambio. Alcune carte prevedono anche offerte pensate appositamente per i viaggiatori. Meglio informarsi.

SE VIAGGI SPESSO, VISA È IL CIRCUITO PIU DIFFUSO NEL MONDO

Il circuito Visa è il più diffuso al mondo, quindi da preferire se viaggiate spesso. Senza contare che, rispetto per esempio a MasterCard, ha tassi di cambio più bassi.

VALUTA SE È IL CASO DI SCEGLIERE UNA PREPAGATA

Rispetto alle carte di credito che sono collegate al conto corrente, le carte prepagate possono essere usa e getta oppure ricaricabili. Se le usa e getta, quando il credito caricato si esaurisce, non sono più utilizzabili, le ricaricabili si possono ricaricare più volte finché non scadono. Il vantaggio delle carte prepagate è che, da un lato, si possono richiedere anche senza conto corrente, dall’altro, in caso di furto, non c’è il rischio di perdere tutto ciò che si ha sul conto corrente ma al massimo la somma caricata. Ideali, per esempio, se fate spesso acquisti online.

LEGGI LE OPZIONI DI RECESSO

Tutte le carte di credito consentono di recedere anche senza preavviso. Ed è possibile richiedere la quota del canone annuo pagato relativa ai mesi successivi al recesso. In ogni caso, per sicurezza, quando richiedete una nuova carta, leggete bene le informazioni relative a questo punto, per non avere sorprese.

UTILIZZA I COMPARATORI ONLINE

I comparatori online consentono in poche mosse di confrontare diversi tipi di carte di credito inserendo semplicemente alcune informazioni. Dal tipo di utilizzo alla tipologia di carta a cui siete interessati fino al limite di utilizzo al mese. Dati che vengono messi a confronto per proporvi le carte più adatte alle vostre specifiche esigenze.

COSA SAPERE PER EVITARE TRUFFE: 

Share

Nessun commento presente

Che ne pensi?