Come scegliere l'assicurazione per animali domestici - Non sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Assicurazione per gli animali domestici: quando è necessaria e come evitare salassi

Un morso o un graffio possono comportare un’azione legale e molti soldi di danni da pagare. Ma non sprecate soldi. Ecco i corretti premi da pagare, le clausole da leggere con attenzione. E il costo di una polizza per le spese veterinarie.

Condivisioni

COME SCEGLIERE L’ASSICURAZIONE PER ANIMALI DOMESTICI –

Quando conviene assicurare un cane o un gatto? E come bisogna fare per evitare un salasso da parte delle compagnie di assicurazione? Queste domande interessano ormai la metà degli italiani, visto che un cittadino su due ha in casa un animale domestico. Da qui, una valanga di campagne da parte delle aziende di assicurazione, indirizzate verso i due filoni di questo tipo di polizze: la classica RC, che garantisce la tutela in caso di danni a oggetti o persone; oppure la copertura per problemi sanitari degli animali. L’importante è proteggere i propri amici a quattro zampe. Le società assicuratrici, per far fronte ad una domanda crescente di polizze per animali domestici, hanno lanciato delle proposte ad hoc. Ma quali sono le differenze con le polizze più diffuse?

ASSICURAZIONE CANI E GATTI –

Essere padroni di un animale domestico comporta dei diritti e dei doveri. Le compagnie assicurative hanno lanciato delle formule combinate che, oltre ad offrire la classica copertura per danni provocati ad oggetti o persone, coprono anche i problemi di salute oppure i danni fisici dell’animale. Un morso, un graffio oppure un danno ad un oggetto possono costringere il padrone a doversi difendere da un’azione legale da parte di terzi. La copertura assicurativa varia in base alla polizza scelta. Le principali compagnie prevedono la possibilità di arricchire un’assicurazione per animali domestici di base con una serie di servizi aggiuntivi. Questi spaziano dalla consulenza legale per il padrone alla copertura delle visite veterinarie. Prima di scegliere il tipo di assicurazione per animali domestici, è necessario conoscere le principali alternative sul mercato e le rispettive caratteristiche. Il rischio, altrimenti, è di sprecare soldi sottoscrivendo una polizza sbagliata.

come-scegliere-assicurazione-per-animali-domestici (2)

COME SCEGLIERE L’ASSICURAZIONE PER CANI E GATTI –

Gli animali entrano a far parte della famiglia del padrone e questo comporta delle responsabilità, anche legali. Per evitare situazioni spiacevoli, è possibile sottoscrivere un’assicurazione per animali coerente con il budget a disposizione e con le proprie esigenze.

Oltre all’assicurazione RC e quella medico-assistenziale, ci sono numerose soluzioni, proposte da decine di compagnie assicurative. Esse prevedono dei servizi più o meno specifici, formulati in base alle esigenze del padrone. Alcune assicurazioni per animali domestici, ad esempio, prevedono dei rimborsi per gli interventi chirurgici del cane o del gatto, in quanto estensione del nucleo familiare.

ASSICURAZIONE ANIMALI DOMESTICI: PREZZI –

L’assicurazione per animali domestici mette al sicuro il padrone ed il suo adorato amico ma quanto costa? La spesa dipende dal tipo di copertura. Per avere un’idea concreta, ecco alcune formule proposte dalle principali compagnie assicurative:

  • L’assicurazione per il futuro dell’animale prevede il pagamento, da parte del padrone, di un premio annuale di 25 euro offrendogli la gestione ed il mantenimento dell’animale nei seguenti casi: ricovero, invalidità permanente totale o morte.
  • La polizza con copertura delle spese veterinarie e di ricovero per infortunio e malattia dell’animale. Essa può costare, al padrone, tra i 70 ed i 100 euro all’anno ed è valida per cani e gatti. Inoltre, in molti casi, è offerto anche un servizio di check-up di prevenzione dell’animale.
  • L’assicurazione con copertura delle spese per interventi chirurgici, in caso di malattia o infortunio dell’animale. Essa prevede un rimborso, per il padrone, che può arrivare fino a 1.000 euro.

ASSICURAZIONE ANIMALI DOMESTICI: COSA SAPERE –

Infine, prima di sottoscrivere un contratto, dobbiamo prestare attenzione alle clausole. Ecco alcuni fattori da non sottovalutare nella scelta di un’assicurazione per animali domestici:

  • La durata della copertura sanitaria, che in alcuni casi è limitata fino ad una certa età dell’animale.
  • Le razze a cui è applicabile. Alcune di esse sono escluse dalla copertura perché ritenute aggressive oppure soggette a malattie ereditarie.
  • La franchigia (la parte del rimborso a carico del padrone, non prevista dalla polizza), che non deve essere superiore ai 300 euro.
  • I massimali cioè il tetto massimo di copertura, che dovrebbe essere tra i 2 ed i 3mila euro.

ANIMALI DOMESTICI: TUTTO QUELLO CHE C’È DA SAPERE: